Attualità

Addio Roma-Lido, ecco Metromare: frequenza di 6 minuti entro il 2024

Zingaretti: "Abbandoniamo il calvario della Roma-Lido". Investimenti per 400 milioni entro il 2024. Previsti 500 giorni di lavori

"Dal 2022 abbandoneremo il calvario della Roma-Lido ed inizierà un salto nel futuro". Ad annunciarlo questa mattina in conferenza stampa presso la Regione Lazio Nicola Zingaretti, illustrando anche gli obiettivi raggiunti dall'Assessorato sui trasporti fino a oggi.

Cambio di gestione 

Per tagliare i ponti col passato e mettere un punto sulla Roma-Lido, che dal 13 settembre esaspera ulteriormente i pendolari per l'ulteriore soppressione di 3 fermate metro (Stella polare, Castel Fusano e Cristoforo Colombo), la Regione punta ora a un cambio di gestione e un restyling totale della linea, dall'estetica dei vagoni fino al nome.

Dal 1 gennaio 2022 infatti, addio Atac e Comune di Roma, con la gestione che passerà in carico ad Astral e Cotral. Si tratta dell'inizio della transizione dall'attuale Roma Lido alla futura Metromare. La linea sarà affidata della Regione Lazio che, insieme ad Astral (per l'infrastruttura) e Cotral (per i treni), garantirà un efficientamento anche della della Roma-Civita Castellana-Viterbo.

La sfida della regione

"La sfida sarà rispondere alle esigenze di qualità dei cittadini e riavvicinare la costa alla Capitale, ridando a Ostia una vocazione diversa", ha affermato questa mattina il Presidente Zingaretti. L'impegno è portare la linea a un treno ogni 6 minuti e rendere il viaggio a misura dei cittadini. "Il restyling dei treni riguarderà anche gli interni, sia la parte meccanica sia la qualità del trasporto, tra cui il comfort dei sedili e l'aria condizionata, fredda e calda".

500 giorni di lavori

Una sfida per i pendolari ma, soprattutto, per l'amministrazione regionale: 500 giorni di tempo per completare la nuova linea entro il 2024, senza appesantire la mobilità, attraverso lavori notturni che si svolgeranno dalle ore 21 alle 6 di mattina ad opera di RFI, insistendo solo sulle prime due ore di punta.

"Abbiamo valutato la chiusura del tratto Porta San Paolo-Magliana, coprendo il tragitto con mezzi sostituitivi su gomma", ha precisato il Governatore del Lazio. "Venti milioni sono stati già stanziati per l'ammodernamento delle stazioni, rendendole a portata disabili, insistendo sulle opere murarie e il rifacimento dei bagni".

Da Roma-Lido a Metromare

"Sappiamo che i lavoratori della Roma-Lido sono allo stremo, con soli 4 treni che lavorano a intermittenza e con attese che hanno dei tempi medievali, databili a quando si girava con le carrozze", ha affermato Zingaretti.

Il cronoprogramma si basa su due “snodi” chiave: ammodernamento dell’infrastruttura e revisione e acquisto di nuovi treni.

Solo per la Roma-Lido, che da gennaio diventerà "linea mare", sono stati stanziati 400 milioni. "Sono risorse tutte già impegnate con gare concluse per un intervento a tutto campo: per l'acquisto dei nuovi treni, la manutenzione straordinaria già avviata, la realizzazione di nuovo deposito di Ostia, il concorso di RFI per le infrastrutture e un nuovo modello di comunicazione terra-treno".

400milioni-2

Treni nuovi e treni revampizzati

Si passerà dagli attuali 4 treni, con frequenze fino a mezz'ora, a dieci treni marcianti e una frequenza che, dal 2024, sarà di 6 minuti. Con la sola gara per la manutenzione dei vecchi treni, da luglio del prossimo anno Cotral conta di mettere in servizio 7 mezzi, con una frequenza che scenderà ogni 15. Dal 2023 marceranno 10 treni, con un passaggio di una vettura ogni 10 minuti. Questo tempo scenderà a un treno ogni sei minuti dal 2024 quando sulle rotaie ci saranno 15 treni. 

rinnovamentotreni-2

Cotral pronta alla sfida

"Finisce una storia e se ne apre un'altra. Scommetterei tutto quello che ho per dire che alla fine ce la faremo. Ai cittadini, che presto saranno nostri clienti, chiedo pazienza e fiducia. Questa è la prima operazione di questo tipo fatta in Italia sulle ferrovie concesse ma noi già ci siamo organizzati, perché abbiamo acquistato una delle più grandi piattaforme di gestione del rapporto con la clientela, la stessa che usa Amazon, perché la nostra aumenterà di quasi 100mila persone al giorno. Inoltre ci siamo riorganizzati al nostro interno. Non partiamo da zero perché abbiamo il know how e da due anni stiamo lavorando con la Regione e l'Astral stiamo lavorando a questa operazione", ha affermato Amalia Colaceci, presidente di Cotral.

"In 6 mesi abbiamo fatto una gara per la manutenzione dei treni che sono già in officina. Se oggi possiamo sostenere che il deposito di Ostia-Lido sarà realizzato da qui a due anni è solo al gioco di squadra con la Regione e Cotral", così Antonio Mallamo di Astral.

Novità anche per la Roma-Viterbo

"Degli 18 miliardi investiti nella Regione, sui trasporti metà sono stati trasferimenti diretti e puntiamo ora al raddoppiamento della copertura del trasporto pubblico locale", ha affermato l'Assessore ai Trasporti della Regione Lazio Mauro Alessandri. 

I fondi stanziati, infatti, non ottimizzeranno solo l'ex Caronte: 570 milioni di euro saranno infatti destinati alla Roma-Civita Castellana-Viterbo, con altrettanti interni sullo stato della linea ferroviaria e della qualità di viaggio. Previsti per esempio 100 milioni di euro di finanziamenti che consentiranno anche di mettere in servizio 6 nuovi treni sulla linea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Roma-Lido, ecco Metromare: frequenza di 6 minuti entro il 2024

RomaToday è in caricamento