Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’associazione all’Esquilino che aiuta gli studenti in DAD

Dodici postazioni a disposizione per i ragazzi a MaTeMù, il coordinatore Rossi: “Qui pareggiamo le opportunità. I ragazzi in zona rossa? Hanno bisogno di socialità”

 

All’Esquilino, in Via Vittorio Amedeo II, da ben 11 anni, MaTeMù è un Centro di Aggregazione Giovanile (CAG) promosso dal Cies, importante realtà della Cooperazione allo sviluppo e della mediazione culturale romana. In questi giorni difficili caratterizzati dall’epidemia da Coronavirus molti studenti, che facciano o meno parte di una rete sociale di tutela, sono esposti a diverse difficoltà: mancanza di spazi per la didattica a distanza, problemi di connettività o anche mancanza di dispositivi per effettuare le lezioni. 

“Quel che noi facciamo qui è pareggiare le opportunità”, ci spiega Adriano Rossi, coordinatore dei tutor e degli educatori di MaTeMù per il Cies: “Abbiamo fino a un massimo di 12 postazioni per permettere agli studenti di portare avanti la didattica a distanza, tenendo presenti le postazioni che abbiamo. In questo modo possiamo provare a recuperare la socialità, promuovendo un distanziamento che sia soltanto fisico ma non sociale”. 

Nell’edificio dell’Esquilino, di proprietà dell’amministrazione municipale e condiviso con uno dei nuclei della polizia locale, in tempi ordinari gli educatori del Cies propongono attività di formazione come corsi di italiano, laboratori psicologici, servizio di aula studio, accanto a una vasta offerta di corsi di musica, teatro e danza, con diversi strumenti, dalla tromba alla chitarra, dalla batteria al basso, proposti a titolo completamente gratuito da insegnanti professionisti. 

Il servizio di MaTeMù è una delle proposte del Cies onlus nell'ambito di DOORS - Porte aperte al Desiderio, un progetto selezionato da Impresa Sociale con i Bambini nell'ambito del Fondo per il Contrasto alla povertà educativa minorile.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento