rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022

L’associazione all’Esquilino che aiuta gli studenti in DAD

Dodici postazioni a disposizione per i ragazzi a MaTeMù, il coordinatore Rossi: “Qui pareggiamo le opportunità. I ragazzi in zona rossa? Hanno bisogno di socialità”

All’Esquilino, in Via Vittorio Amedeo II, da ben 11 anni, MaTeMù è un Centro di Aggregazione Giovanile (CAG) promosso dal Cies, importante realtà della Cooperazione allo sviluppo e della mediazione culturale romana. In questi giorni difficili caratterizzati dall’epidemia da Coronavirus molti studenti, che facciano o meno parte di una rete sociale di tutela, sono esposti a diverse difficoltà: mancanza di spazi per la didattica a distanza, problemi di connettività o anche mancanza di dispositivi per effettuare le lezioni. 

“Quel che noi facciamo qui è pareggiare le opportunità”, ci spiega Adriano Rossi, coordinatore dei tutor e degli educatori di MaTeMù per il Cies: “Abbiamo fino a un massimo di 12 postazioni per permettere agli studenti di portare avanti la didattica a distanza, tenendo presenti le postazioni che abbiamo. In questo modo possiamo provare a recuperare la socialità, promuovendo un distanziamento che sia soltanto fisico ma non sociale”. 

Nell’edificio dell’Esquilino, di proprietà dell’amministrazione municipale e condiviso con uno dei nuclei della polizia locale, in tempi ordinari gli educatori del Cies propongono attività di formazione come corsi di italiano, laboratori psicologici, servizio di aula studio, accanto a una vasta offerta di corsi di musica, teatro e danza, con diversi strumenti, dalla tromba alla chitarra, dalla batteria al basso, proposti a titolo completamente gratuito da insegnanti professionisti. 

Il servizio di MaTeMù è una delle proposte del Cies onlus nell'ambito di DOORS - Porte aperte al Desiderio, un progetto selezionato da Impresa Sociale con i Bambini nell'ambito del Fondo per il Contrasto alla povertà educativa minorile.

Si parla di

Video popolari

L’associazione all’Esquilino che aiuta gli studenti in DAD

RomaToday è in caricamento