rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Attualità

Marcell Jacobs: è l'amatriciana il piatto preferito dall’uomo più veloce del mondo

Il vincitore dell'Oro sui 100 metri a Tokyo2020 lo racconta a Cristina Bowerman, chef stellata

“Da quando mi sono trasferito a Roma ho un pasto libero a settimana, è la amatriciana che amo. È irrinunciabile per me, ne mangio 250 grammi”. La tradizione culinaria romanesca ha conquistato anche l’uomo più veloce del mondo, Marcell Jacobs, oro alle Olimpiadi di Tokyo che, lo scorso giugno, si è raccontato alla chef Cristina Bowerman, in occasione di ‘Buono!’ l’evento di due giorni organizzato da Maker Faire Rome e Santa Chiara Lab dedicato all’importanza e al valore della dieta mediterranea.

Marcell Jacobs, da domenica 1 agosto è l’uomo più veloce del mondo. Impegno, costanza e preparazione hanno premiato i suoi sforzi: è salito sul podio conquistando l’oro olimpico nella finale dei 100 metri a Tokyo 2020 in 9”80, nuovo record nella storia italiana ed europea. Il campione mondiale è nato in Texas, da padre texano e madre italiana. Ha vissuto da sempre a Desenzano sul Garda, in provincia di Brescia trasferendosi di recente a Roma Nord. 

Jacobs, durante l’intervista ai microfoni di Maker Faire Rome - rete mondiale di eventi che si sono trasformati in piattaforme di innovazione – ha raccontato l’importanza del mangiare sano perché “Quello che metti nel tuo corpo è la benzina che fa funzionare tutto. Ceci e lenticchie sono i miei legumi preferiti. Amo mangiare bene. Mi piace cucinare ma la mia compagna è brava, e lascio fare a lei”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcell Jacobs: è l'amatriciana il piatto preferito dall’uomo più veloce del mondo

RomaToday è in caricamento