rotate-mobile
Attualità

Aree verdi, i "Manutentori civici" scendono in piazza: sono senza lavoro da novembre

Hanno lavorato per sedici mesi con uomini e mezzi del Servizio Giardini. Ora i Manutentori civici, disoccupati da novembre, chiedono di essere ascoltati

Vogliono incontrare la sindaca perchè, a fronte delle palesi difficoltà incontrate nella manutenzione del verde, per loro non si trova un posto di lavoro. I cinquanta Manutentori civici, impegnati per quasi un anno mezzo nella cura  dei giardini romani, sono attualmente disoccupati. E non lavorando da novembre, hanno deciso di farsi sentire.

La manifestazione

Giovedì 10 maggio i Manutentori manifesteranno in  piazza del Campidoglio. "Dopo tre contratti, l'ultimo scaduto il 21 novembre – raccontano-   chiediamo alla Sindaca un impegno per la stabilizzazione". L'esperienza, maturata lavorando per sedici mesi con mezzi e uomini del Servizio Giardini, non manca. Per ora gli appelli lanciati all'indirizzo della Giunta Raggi, non hanno sortito gli effetti sperati.

I 100 giardinieri e l'apparente paradosso

L’amministrazione ha deliberato l’assunzione di 100 giardinieri. si tratta di una notizia positiva che arriva, come ricordato dall'Assessora all'ambiente Pinuccia Montanari "Dopo anni di depotenziamento del servizio a favore delle ditte esterne".  Ma come fanno notare i 50 Manutentori "circa il quaranta per cento dei posti è stata già assegnata a lavoratori inscritti nelle liste regionale dei lavoratori socialmente utili, non impiegati precedentemente in questa mansione". Da qui l'apparente paradosso: da una parte c'è del personale non qualificato cui vengono destinati dei posti di lavoro. Dall'altra ci sono delle risorse umane già formate che rischiano di non trovare collocazione. La richiesta d'incontrare la Sindaca, nasce proprio da quest'anomalia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree verdi, i "Manutentori civici" scendono in piazza: sono senza lavoro da novembre

RomaToday è in caricamento