rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Esquilino / Piazza Vittorio Emanuele II

Disuguaglianza e ingiustizia sociale: oltre 500 realtà in piazza il 5 novembre

Lunedì 10 ottobre conferenza stampa di presentazione della mobilitazione che si terrà all'Esquilino e vedrà partecipare sindacati, cooperative, associazioni ed enti del terzo settore

Il 5 novembre in piazza Vittorio Emanuele II all'Esquilino oltre 500 realtà tra associazioni, sindacati, cooperative, sigle antimafia, movimenti ambientali si daranno appuntamento per una manifestazione a favore della pace, della giustizia sociale e ambientale e contro disuguaglianze ed esclusione sociale. La prima tappa del percorso che porta all'iniziativa in strada sarà la sua presentazione, il 10 ottobre nella sede della federazione nazionale stampa italiana.

Dalla Cgil a Baobab Experience, da Unione Inquilini alla Fiom, passando per la Casa Internazionale delle Donne, la Rete dei Numeri Pari, Libera, il Forum Disuguaglianze e Diversità sono almeno una decina le realtà che interverranno il prossimo lunedì alle 10.30, ma da maggio sono oltre cento quelle che stanno costruendo la piattaforma che si riunisce sotto lo slogan "Non per noi ma per tutte e tutti". 

"Il 5 novembre si riparte dalla Piazza e dalle sue proposte su politiche sociali, lavoro, riconversione ecologica, lotta alle mafie, accoglienza e no all’autonomia differenziata per dare un segnale di speranza - si legge nella nota -. C’è un'Italia che da anni lavora nei territori, con competenze e passione, che condivide 7 proposte politiche e una visione comune che unisce pace, giustizia sociale ed ambientale: perché l’una non si può realizzare senza l’altra".

Interverranno tra gli altri: Gaetano Azzariti - Presidente Salviamo la Costituzione; Michele Azzola - Segretario generale CGIL Roma e Lazio; Alice Basiglini - Baobab Experience; Marina Boscaino - Portavoce Comitati Per il ritiro di ogni Autonomia Differenziata; Luigi Ciotti - Presidente Libera e Gruppo Abele; Maura Cossutta - Presidente Casa Internazionale delle Donne; Giuseppe De Marzo - Coordinatore nazionale Rete dei Numeri Pari; Federico Dolce - Portavoce DiEM25 in Italia; Michele De Palma - Segretario Generale FIOM CGIL; Giuseppe Giulietti - Presidente FNSI; Elena Mazzoni - Direttivo Transform! Italia; Andrea Morniroli - Co-coordinatore Forum Disuguaglianze e Diversità; Silvia Paoluzzi - Esecutivo nazionale Unione Inquilini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disuguaglianza e ingiustizia sociale: oltre 500 realtà in piazza il 5 novembre

RomaToday è in caricamento