rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità

Contro il gioco d'azzardo a Roma e nel Lazio arrivano le unità di strada

A guidare il progetto sarà l'Aps Asilo Savoia. Il primo step è creare 9 unità di strada e gruppi di mutuo ascolto

Tre milioni di euro da investire nei prossimi due anni per la realizzazione di una rete di intervento che affronti il gioco d'azzardo patologico sul territorio. Ad annunciarlo, insieme alla Regione Lazio che in questi giorni sta lanciando un avviso di co-progettazione,  è l'azienda pubblica di servizi alla persona Asilo Savoia che farà da soggetto attuatore. 

“La progettualità – commenta l'assessora regionale alle politiche sociali, Alessandra Troncarelli - costituisce lo sviluppo e la sistematizzazione a livello territoriale di Roma Capitale per la realizzazione di interventi territoriali per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico, nonché, con le stesse finalità, per la costruzione e il rafforzamento di sistemi locali improntati all’integrazione dei servizi pubblici socio-sanitari per le dipendenze patologiche e della salute mentale con i soggetti locali del terzo settore, del cooperativismo sociale, del volontariato, dell’associazionismo civico, delle comunità informali e religiose, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei pensionati”.

E' stata inoltre programmata un'azione strutturata e sinergica "volta a realizzare complessivamente sul territorio regionale - si legge nella nota -, in ottica di sussidiarietà, una rete di unità di strada e gruppi di mutuo aiuto che andranno ad aggiungersi in maniera complementare ai servizi già erogati attraverso le Asl al preciso scopo di intercettare i fenomeni sommersi, farli emergere ed indirizzarli verso i percorsi di sostegno e terapia necessari".

“Ringrazio la Regione e l'assessora – aggiunge Massimiliano Monanni, presidente di Asp Asilo Savoia - per aver valorizzato su un settore di così rilevante impatto sociale le potenzialità e il ruolo delle Asp quali articolazioni operative della Regione Lazio nella costruzione di un sistema integrato e di un processo di sistemica collaborazione con il terzo settore. L’Asilo Savoia è fortemente impegnato al fianco della Regione nelle azioni di prevenzione e contrasto di ogni forma di dipendenza legata al gioco d’azzardo ormai da diversi anni e in questo senso l’attività che abbiamo avviato attraverso l’avviso pubblico in questione si sviluppa e si integra con l’esperienza assolutamente innovativa posta in essere con 'Game Over', il percorso modellizzato e riconosciuto quale valido strumento di prevenzione dedicato agli istituti scolastici secondari superiori".

L'intervento si articola in sei ambiti territoriali, uno per ogni provincia del Lazio e due per la Città Metropolitana di Roma e impegna le aziende pubbliche di servizi alla persona, in nome e per conto della Regione nel ruolo di co-protagonisti. Il primo passo, con scadenza l'11 febbraio (proposte da inviare a aspasilosavoia@pec.it), è l'individuazione di soggetti del terzo settore che rendano operative 9 unità di strada e altrettanti gruppi di mutuo aiuto per un importo totale di 1 milione di euro.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro il gioco d'azzardo a Roma e nel Lazio arrivano le unità di strada

RomaToday è in caricamento