rotate-mobile
Attualità

Parte il Laboratorio d'Innovazione per lo sviluppo turistico sostenibile di Ventotene e Santo Stefano

Il recupero dell'ex carcere di Santo Stefano è il primo passo del Laboratorio d'Innovazione voluto dalla Regione Lazio in collaborazione al Comune di Ventotene per il rilancio delle Isole Pontine

Un laboratorio d'Innovazione sociale per le  isole pontine di Santo Stefano e Ventotene. Questo è il percorso avviato dalla Regione Lazio, tramite Lazio Innova e il Comune di Ventotene in collaborazione con il Commissario Straordinario del Governo per supportare e valorizzare le risorse locali in un’ottica di sviluppo turistico sostenibile. Primo passo di questo progetto sarà il recupero e la valorizzazione dell’ex Carcere di Santo Stefano.  

Obiettivo e iniziative

L’obiettivo del Laboratorio è contribuire alla realizzazione di progetti innovativi, in particolare nell’ambito dei servizi di accoglienza e turistici, capaci di dare risposte concrete ai bisogni e alle esigenze del territorio.Primo passo di questo progetto sarà il recupero e la valorizzazione dell’ex Carcere borbonico di Santo Stefano. A questo si affiancheranno altre iniziative quali: 1)laboratori per individuare nuovi processi e tecnologie in grado di soddisfare il fabbisogno di innovazione espresso dall’isola e 2) percorsi di formazione, per il trasferimento di competenze adatte alla progettazione di nuovi prodotti e servizi innovativi.

I commenti

Paolo Orneli l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start-Up e Innovazione ha parlato di un nuovo modello di sviluppo sostenibile e innovativo in riferimento al laboratorio riguardante le isole pontine. “Con l’avvio del laboratorio d’ innovazione nel comune di Ventotene”- sottolinea l’Ass. – “la Regione Lazio, tramite Lazio Innova, vuole fare la sua parte per stimolare buone idee e farle diventare imprese. È una grande opportunità per generare lavoro e sviluppo. 

“Un momento storico per le due isole” – dichiara il sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro. Il sindaco fa sapere che l’Amministrazione si sta impegnando al massimo per arrivare pronta all’appuntamento e che ha aderito al progetto ritenendolo fondamentale per Ventotene ed il suo futuro.  

Silvia Costa, Commissaria straordinaria per il progetto di recupero dell’ex Carcere di Santo Stefano-Ventotene racconta che il progetto nasce dall’ascolto della comunità di Ventotene e dalla condivisione con l’Amministrazione comunale e la Regione Lazio. “Il recupero dell’ex carcere è l’obiettivo che deve rappresentare il rilancio dell’economia e riqualificazione di Ventotene” – dichiara Costa. Che ringrazia l’Ass. Orneli, la Regione Lazio e il sindaco Santomauro, senza dimenticare il dott. Nardone della struttura commissariale. 

Date da ricordare e link utili

il 13 maggio alle ore 17,30 è in calendario un tavolo di consultazione aperto al confronto e al contribuito di stakeholder e cittadini, per la definizione delle azioni da intraprendere all’interno del Progetto. A seguire, il 20 maggio alle ore 18 si terrà un webinar per l’avvio del percorso gratuito di accompagnamento a cura di Lazio Innova rivolto a team e imprese, per una successiva verifica di fattibilità di nuove idee imprenditoriali per le isole di Ventotene e Santo Stefano.

 Per maggiori informazioni www.lazioinnova.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte il Laboratorio d'Innovazione per lo sviluppo turistico sostenibile di Ventotene e Santo Stefano

RomaToday è in caricamento