rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità

Incidenti stradali a Roma, i dati fotografano il dramma. I giorni, le ore e le strade più pericolosi

L'Istat certifica la pericolosità delle strade romane. Tantissimi gli incidenti causati dall'alta velocità nel 2022

Le strade di Roma e provincia sono un cimitero a cielo aperto. Solo nel 2022 si sono registrati 16.369 incidenti di cui 226 mortali, con ben 20.996 feriti. 13.181 incidenti solo nel territorio della Capitale, con 150 morti e 16.618 persone finite in ospedale. Il sabato notte torna ad essere teatro di incidenti gravissimi, specialmente sulle strade urbane ed extraurbane di Roma. Questo è quanto emerge dal focus pubblicato dall’Istat con il quale è stato possibile studiare un fenomeno che, anche nel 2023, non sembra voglia invertire il trend.

Tragico bilancio

Un bilancio tragico, in netta controtendenza rispetto agli anni precedenti. Certo, c’è stata la pandemia e la mobilità era ridotta ma quanto emerge dal focus non può lasciare indifferenti. Rispetto al 2021, per esempio, gli incidenti sono aumentati a Roma e provincia del 16,7%, i morti del 24,2%. Nel 2019, prima della pandemia, gli incidenti erano di meno rispetto al 2022 (-6,3%) così come i decessi (-17,1%). Occorre sottolineare, però, che nonostante i numeri altissimi, l’indice di mortalità delle strade romane è il più basso del Lazio 1,4% rispetto, ad esempio, al 3,7% di Rieti e il 3,2% di Latina.  

I punti più pericolosi

Secondo l’Istat, oltre alle distrazioni, uno dei principali fattori di rischio sulle strade è rappresentato dall’alta velocità e dal non mantenere le distanze di sicurezza. Non sorprende, quindi, che la stragrande maggioranza degli incidenti avvenga sui rettilinei. Sempre nel territorio di Roma e delle città della provincia, sono stati ben 7.273 i sinistri avvenuti sui rettilinei delle strade urbane (53,2% dei casi) e 1.857 (69,1%) sulle strade extraurbane. Per capire l’importanza del dato basta citare che negli incroci ed intersezioni delle strade urbane si sono verificati, rispettivamente, 28.831 e 2.323 incidenti; su quelle extraurbane gli scontri sono stati 151 e 160. Sui rettilinei, quindi, si corre troppo, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

incidentalità nel Lazio

Notti di sangue

Nel Lazio si verifica la maggior parte degli incidenti dalle 8 del mattino alle 20 di sera. Un dato quasi naturale, visto che circolano, lungo le strade, milioni di veicoli. Una circolazione che si riduce, ovviamente, nelle ore notturne. Per questo spaventano i numeri sugli incidenti ed i mortali registrati durante le notti, in particolare tra il venerdì e il sabato e il sabato e la domenica.

Nel 2022, a Roma e provincia, si sono verificati 571 incidenti il venerdì notte, sui 675 totali della regione, che hanno causato 11 morti e 870 feriti. Situazione più o meno analoga il sabato notte, con 569 incidenti, 15 morti e 910 feriti. In questo caso pesano, ovviamente, gli spostamenti del week end visto che, nelle altre notti della settimana, si sono verificati in tutto 1.476 incidenti, 31 decessi e 2.026 feriti. Numeri che fanno tornare indietro nel tempo, quando si parlava insistemente delle "stragi del sabato sera", periodo che portò, poi, ad una serie di iniziative, anche di educazione stradale, per arginare il fenomeno. Da segnalare la pericolosità delle strade di Latina provincia, con un tasso di mortalità del 6,5.

Pericolose le strade extraurbane

Analizzando ancora meglio i dati, si capisce quanto siano pericolose le strade extraurbane, quelle dove insomma si corre di più, rispetto a quelle urbane. Tenendo sempre in considerazione il venerdì notte, a Roma e provincia ci sono stati, sui tratti extraurbani, 114 incidenti e 6 morti, con un tasso di mortalità che tocca il 4,7. Sulle strade urbane il tasso arriva “solo” a 1,6 nonostante un numero di incidenti maggiore (457). In generale, solo nella Capitale ci sono stati 11.798 incidenti su strade urbane con 124 morti e 14.590 feriti mentre, sulle strade extraurbane, i sinistri sono stati 1.383 con 26 morti e 2.028 feriti

Le strade più pericolose del Lazio

Nel focus Istat emerge come la strada più pericolosa del Lazio sia la Pontina, con 210 decessi e 325 feriti. Pericolosissime anche la SS007 Appia, SS006 Casilina e SS001 Aurelia. Da segnalare anche la SS017 dell’Appennino Abruzzese ed Appulo-Sannitico, dove si registrano gli incidenti più gravi. In generale, l’incidentalità rimane alta lungo la costa laziale e nei comuni capoluogo di provincia. L’indice di mortalità cresce nelle province di Viterbo e Roma, diminuisce in quelle di Rieti, Latina e Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti stradali a Roma, i dati fotografano il dramma. I giorni, le ore e le strade più pericolosi

RomaToday è in caricamento