Attualità

Il tuo quartiere non è una discarica: Ama raccoglie 200 tonnellate di rifiuti ingombranti

Zaghis: “Nel solo 2019 rimosse 5.170 tonnellate di rifiuti di questo tipo abbandonati illecitamente su suolo pubblico”

Sono circa 200 le tonnellate di rifiuti urbani e ingombranti consegnate questa mattina dai cittadini nei municipi pari della Capitale nel corso del primo appuntamento del 2020 con la campagna “Il tuo quartiere non è una discarica”, organizzata da Ama in collaborazione con il TGR Lazio. Lo comunica Ama, rendendo nota la stima di quanto consegnato dai cittadini nel corso della prima domenica del 2020 con la raccolta straordinaria dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici e particolari.

Per l’Amministratore Unico di AMA, Stefano Zaghis, che è intervenuto personalmente presso l’ecostazione di via Benedetto Croce aiutando operativamente i cittadini a conferire i rifiuti, "l’impegno aziendale per rendere meno impattante sul decoro urbano il deprecabile fenomeno dello scarico indiscriminato e dell’abbandono di rifiuti ingombranti su suolo pubblico è massimo. Si pensi che, ogni giorno, rimuoviamo in media oltre 17 tonnellate di questa tipologia di materiali. Nel solo 2019, nonostante i canali di smaltimento messi a disposizione gratuita dei cittadini, le squadre addette hanno raccolto e avviato a riciclo 5.170 mila tonnellate di rifiuti di piccola, media e grossa taglia abbandonate abusivamente. Ricordo che quello dello scarico indiscriminato su suolo pubblico è un comportamento criminoso che, oltre a deturpare il suolo pubblico, comporta per Ama, e quindi per i cittadini di Roma, uno sforzo supplementare, anche economico, per ripristinare il decoro".

stefano zaghis presidente di ama

Nei 14 siti  di oggi (9 ecostazioni allestite per l’occasione e 5 Centri di Raccolta fissi) è stato possibile raccogliere i normali rifiuti ingombranti (sedie, letti, divani, scaffalature, materassi, ecc.), i RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche come computer, televisori, stampanti, telefonini, frigoriferi, lavatrici, condizionatori, ecc.) ed altri materiali particolari (come pile, oli esausti, contenitori con residui di vernici e solventi). Ama provvederà a differenziare secondo la categoria merceologica (legno, ferro, plastica, altri metalli) i rifiuti riciclabili raccolti e ad avviarli alle rispettive filiere di recupero.

 Ama ricorda ai cittadini che sono a disposizione altri due canali, gratuiti e facilmente accessibili, per disfarsi dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici e di tutti quei materiali che non devono essere assolutamente conferiti nei cassonetti stradali. Gli utenti possono infatti utilizzare i Centri di Raccolta aziendali, aperti tutti i giorni e dislocati in più aree della città o, in alternativa, ricorrere al servizio di ritiro a domicilio per i materiali fino a 2 metri cubi di volume, prenotabile al “ChiamaRoma” 060606 oppure compilando il modulo on-line sul sito.

"Il tuo quartiere non è una discarica" tornerà domenica 16 febbraio nei municipi dispari. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tuo quartiere non è una discarica: Ama raccoglie 200 tonnellate di rifiuti ingombranti

RomaToday è in caricamento