rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Trasporto pubblico / Flaminio / Piazzale Flaminio

Due guasti in un giorno, la ferrovia va in tilt: pendolari lasciati a piedi

L'odissea sulla Roma-Civitacastellana-Viterbo nelle ore di punta: utenti ammassati nei bus o chiusi fuori dalla stazione di piazzale Flaminio

Due guasti nello stesso giorno, treni fermi e corse cancellate con i pendolari lasciati a piedi o chiusi fuori dalle stazioni. Quello di ieri, mercoledì 26 ottobre, è stato l’ennesimo giorno di passione per la Ferrovia Roma Nord, l’ex concessa che Cotral e Astral hanno ereditato da Atac pochi mesi fa. 

Due guasti nello stesso giorno: la Roma Viterbo va in tilt

Intorno alle 6 del mattino il guasto elettrico a Morolo che ha bloccato la tratta extraurbana da Montebello a Viterbo. Un disastro vista l’ora di punta, con la fascia mattutina frequentata da migliaia di utenti in arrivo dai comuni a nord di Roma e dalla periferia della città verso il centro. La riapertura solo intorno alle 10. 

Dopo nemmeno due ore il secondo stop: servizio fermo a causa di un guasto alla rotaia nella tratta tra La Celsa e Prima Porta. Così i pendolari si sono riversati sugli autobus, comunque troppo pochi per contenere l’utenza del trasporto su gomma e quella del ferro.

L'INCHIESTA - Quei fondi europei per la Roma-Viterbo che la Regione non sa spendere 

Treni fermi e niente navette: caos a Roma nord

“Non sono state previste navette sostitutive, ci hanno detto di utilizzare mezzi alternativi. Una vergogna” - si sfogano gli utenti sui social. “Siamo tutti ammassati sul 200” - scrive una utente che ha ripiegato sulla linea Atac che collega la stazione di Prima Porta a Piazza Mancini. “I ragazzi usciti da scuola non riescono a tornare a casa. Un dramma” - racconta una mamma.

Nel frattempo nel capolinea del centro, piazzale Flaminio, cancelli chiusi e pendolari fuori. “Guasto sulla linea alle 6.11 a Morolo e tutti a piedi. Ulteriore problema a un binario a Prima Porta alle 12.10 circa e di nuovo servizio fermo! Solo l'intervento delle forze dell'ordine, chiamate dai pendolari a Flaminio, ha permesso la riapertura della ferrovia e la partenza dei treni dopo aver riparato il guasto” - riporta il comitato dei pendolari della Ferrovia Roma Nord che oggi sarà in audizione in Regione Lazio.

“Faremo passare il messaggio, per l'ennesima volta, che il servizio è pessimo a prescindere dal gestore e che - dicono - chi dovrebbe controllare spesso si gira dall'altra parte e lascia i pendolari in balia degli eventi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due guasti in un giorno, la ferrovia va in tilt: pendolari lasciati a piedi

RomaToday è in caricamento