rotate-mobile
Attualità

Giuliana Baldinucci in marcia per Roma per i centri antiviolenza

Giuliana Baldinucci ha intrapreso un percorso a supporto dei centri antiviolenza percorrendo la Via Francigena, partendo da Gubbio per arrivare a Roma

“Noi donne quando ci mettiamo in testa una cosa siamo capaci di realizzarla”. Parla così a RomaToday Giuliana Baldinucci, ex insegnante in pensione di 73 anni, protagonista di un pellegrinaggio contro la Violenza sulle Donne.

Il percorso per i centri antiviolenza

Sabato 22 maggio Baldinucci ha intrapreso il percorso della Via Francigena partendo da Gubbio per arrivare il 9 giugno alla Casa Internazionale delle Donne a Roma dove sarà accolta da BeFree cooperativa sociale contro tratta, violenze e discriminazioni. L’idea della grande camminata “è nata perché ho scoperto durante il primo lockdown il piacere di camminare” racconta la signora Giuliana – “E allora mi è venuta voglia di partire, di fare un percorso che fosse una sfida per me. Ho avuto la voglia di fare qualcosa di diverso, di particolare”.

Una volta trovata la sfida, però era arrivato il momento di pensare a chi dedicarla. E il suggerimento arriva dalla famiglia. “Mia nuora che vive in Inghilterra, ha partecipato ad una corsa e ha dedicato tutto ad un’associazione no profit che la seguiva e contribuiva. Io, insieme alla vicesindaco del mio comune abbiamo pensato ai centri antiviolenza”.

La signora Giuliana tiene a sottolineare che lei è ha fatto parte della commissione pari opportunità e che è “tanto femminista”. Così tanto che si sente in obbligo verso le nuove generazioni: “Le donne della mia generazione”- dice-“ hanno il dovere di dare degli esempi alle ragazze di oggi che ne hanno bisogno”. “Cercate dentro di voi la forza per uscire fuori dalle cattive situazioni. Non è semplice ribellarsi ma bisogna cercare sempre la soluzione ai problemi” è l’appello che la signora Giuliana lancia alle donne vittime di violenza. 

L'arrivo a Roma

Ad accogliere la signora Giuliana alla Casa Internazionale delle Donne nella Capitale ci sarà Oria Gargano, presidente di BeFree.

BeFree nasce nel 2007 per volontà di un gruppo di operatrici con grande esperienza nell’accoglienza e nel sostegno a vittime di soprusi, abusi, maltrattamenti, traffico di esseri umani, violazioni dei diritti umani. Queste tematiche sono analizzate e affrontate in tutti i loro aspetti e complessità nel contesto del sistema culturale, legale ed etico che le genera.

BeFree gestisce diversi centri antiviolenza e case di rifugio nel Lazio ed in altre regione d’Italia. La mancanza di fondi per i centri antiviolenza è un problema che da anni sussiste nel nostro Paese. Il pellegrinaggio di Giuliana Baldinucci ha l’obiettivo di raccogliere dei fondi proprio per aiutare i centri e quindi le donne in difficoltà nella nostra società. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliana Baldinucci in marcia per Roma per i centri antiviolenza

RomaToday è in caricamento