Gigi Proietti, l’omaggio del Comune scatena la polemica: "Proiezione dalla sciatteria unica"

Critiche feroci su qualità e realizzazione delle proiezioni del sorriso di Gigi Proietti su Colosseo e Palazzo Senatorio in Campidoglio: "Sembrava un francobollo buttato li"

La foto di Gigi Proietti sul Colosseo e sulla facciata di Palazzo Senatorio in Campidoglio accompagnata dalla scritta “ci mancherai”. Così il Comune di Roma ha voluto omaggiare il grande attore romano scomparso ieri, nel giorno del suo 80esimo compleanno. 

Il sorriso di Gigi Proietti su Colosseo e in Campidoglio

"Oggi il nostro cuore è colmo di dolore e di tristezza. Gli italiani e i romani hanno perso una parte della loro anima. Un grande artista che ha raccontato il nostro Paese con ironia e intelligenza. Il suo sorriso era sempre coinvolgente: era impossibile sottrarsi alla sua genialità. Così Roma vuole ricordarlo" - ha detto la sindaca Virginia Raggi. Alla comparsa del volto di Gigi Proietti in Campidoglio e sul Colosseo il lungo applauso dei presenti. 

Una proiezione organizzata in poche ore, con la collaborazione di Acea, e resa possibile grazie alla tecnologia videomapping. Un omaggio sentito e dovuto, la cui realizzazione però è apparsa improvvisata e scadente. Non sono passate inosservate qualità e dimensioni dell'immagine.

VIDEO | Il sorriso di Gigi Proietti proiettato su Campidoglio e Colosseo: "Ci mancherai" 

Polemiche sull'omaggio del Comune a Gigi Proietti

“Troppo piccola e poco nitida”, soprattutto quella sul Colosseo. “Eppure era un monumento proiettato su un monumento” - fa notare qualcuno. Sui social in tanti si scatenano contro Roma Capitale: “Che cosa indegna, sciatta e da cialtroni avete fatto. Neanche la capacità di saper proiettare qualcosa non dando l’impressione di guardare un filmino delle vacanze negli anni 80. Siete indegni della bellezza che ha posato gli occhi su questa città” - scrive severo Gabriele. “Avete proiettato un santino con una scritta fatta con word, non vi smentite mai neanche omaggiando un artista di un calibro stratosferico” - aggiunge Alessio. 

L'architetto artista di Scene di Luce: "Una zozzata"

Duro il commento ahce di chi, sicuramente, è più tecnico come Livia Cannella, l’architetto di ‘Scene di Luce’ che attraverso giochi di luce e linguaggi audiovisivi ha realizzato tantissimi lavori in grado di valorizzare scenari urbani. “Una zozzata” - così a caldo, sui social con un post riportato da Roma Fa Schifo, ha definito la proiezione del Comune. “Buttata li come un francobollo, una pezza a colori per dire di aver fatto qualcosa”. Poche ore dopo l’esempio di quel che per omaggiare Gigi Proietti si sarebbe potuto fare utilizzando luci e immagini: un video curato ed elaborato che, seppur semplice rendering, è già diventato virale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento