menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Freddo dai Balcani, rischio gelo a Roma. I consigli della protezione civile e di Acea

Temperature in brusco calo, la Capitale nella morsa del gelo: dal Comune alla Protezione Civile, ecco regole e i consigli su cosa fare in caso di nevicata

Nei prossimi giorni è previsto un calo delle temperature ma l’arrivo della neve a Roma è ancora un’incognita. Quel che è certo è che la Capitale si ritroverà nella morsa del gelo, complice l’arrivo di aria più fredda dai Balcani “ma che nella sostanza risulterà secca e, almeno fino al weekend, dovrebbe essere improduttiva in termini di precipitazioni" - hanno spiegato i meteorologi di 3bmeteo.com a RomaToday. 

Neve a Roma: è il gelo dei Balcani a mordere la Capitale 

Nevicherà a Roma? E’ quello che in città si chiedono tutti, tra chi ricorda ultime imbiancate e storiche nevicate in città e chi, pragmatico, teme per gli eventuali disagi. Previste minime notturne prossime allo 0°C, in particolare da venerdì quando le massime potrebbero non superare i 9-10°C. 

"E' invece assai probabile il ritorno del maltempo nella prossima settimana, ma ad oggi - sostengono gli esperti - ha più chances la pioggia che la neve sulla Capitale, per via del ritorno di umidi e più miti venti di scirocco e libeccio. Ulteriori e talora copiose nevicate potranno altresì interessare l'Appennino laziale". 

Gelo a Roma: come proteggere i contatori dell'acqua

E se per la neve a Roma bisognerà probabilmente attendere, è necessario correre ai ripari contro il gelo. La protezione dei contatori idrici prima di tutto. Acea Ato2 consiglia di utilizzare coperture provvisorie. “La protezione del contatore è importante per evitare perdite o mancanze d’acqua nella stagione invernale e il Regolamento d’utenza prevede che la cura e la manutenzione del contatore siano a carico del cliente. Per questo scopo - scrive Acea - si consiglia di utilizzare materiali isolanti, i più adatti sono il polistirolo e il neoprene o il poliuretano in stato solido, che isolano efficacemente gli apparecchi all’ambiente esterno”. Possono essere utili, inoltre, i materiali di scarto cantieristico, del tipo isolante termico. Attenzione a non utilizzare giornali o panni in stoffa che, assorbendo acqua e umidità, rischiano di peggiorare la situazione. È importante altresì proteggere le tubature all’aperto di entrata e uscita dal contatore. “La società informa, inoltre, che attiverà ogni misura preventiva necessaria per fronteggiare i repentini abbassamenti di temperatura, cercando di limitare al massimo eventuali disagi”. 

Ghiaccio e neve a Roma: l'ordinanza di Raggi

In caso di ghiaccio e neve a Roma valida l’ordinanza della sindaca Raggi firmata a dicembre e che traccia una serie di linee guida da seguire: dalla raccomandazione di tenere aperto il rubinetto di utilizzazione più vicino al contatore o alla bocca di erogazione o al tubo di ingresso idrico dello stabile, per evitare il congelamento e la conseguente rottura delle tubazioni idriche; alla prescrizione in caso di neve per i proprietari e gestori di stabili che, durante e dopo le nevicate, dalle 8 alle 20, dovranno "tenere sgomberi dalla neve i marciapiedi antistanti agli stabili stessi per una lunghezza di due metri". In caso di “grande freddo” ordinato al Direttore della Politiche Sociali di "adottare e coordinare appropriati interventi con particolare riguardo ai senza fissa dimora" per i quali l’emergenza gelo è già iniziata. 

In tutte le strade, tranne specifici divieti, si potrà circolare solo ai veicoli "provvisti di pnaumatici invernali" con Dipartimento SIMU, municipi e aziende erogatrici di pubblici servizi a dover  "porre in essere adeguati interventi finalizzati alla salvaguardia dell'incolumità delle persone e alla perservazione dei beni". 

La Protezione Civile: "Munitevi di pala e scorte di sale"

In caso di neve, inoltre, gli uffici e gli enti del Comune di Roma dovranno attenersi al piano "speditivo per rischio neve e ghiaccio" redatto dalla Protezione Civile (si può scaricare qui).

Già diramato il vademecum sul rischio neve e ghiaccio a Roma. Nella lista di “cosa sapere e cosa fare” la Protezione Civile consiglia di prepararsi prima che l’evento accada informandosi sull’evoluzione delle condizioni metereologiche e procurandosi l’attrezzatura necessaria contro neve e gelo. Pala e scorte di sale “strumenti indispensabili” per abitazioni ed esercizi commerciali.

Raccomandata la protezione del contatore esterno dell’acqua e il montaggio di pneumatici invernali sull’auto, nella quale bisognerà controllare anche lo stato della batteria e la presenza del liquido antigelo nell’acqua del radiatore. Se dovesse davvero nevicare a Roma ribadita la necessità di sgomberare accessi privati e passi carrabili. Limitare gli spostamenti, evitare i mezzi a due ruote così come il camminare nelle vicinanze di alberi e tetti dai quali potrebbero staccarsi lastroni di ghiaccio. Dopo l’eventuale nevicata attenzione al ghiaccio sulle strade: guidare con prudenza per chi si sposta in auto. Per chi è a piedi la Protezione Civile consiglia di muoversi con cautela e di indossare scarpe antiscivolo. “A volte il ghiaccio non si vede e si nasconde sotto uno strato di neve soffice”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento