Sanità, la gastroenterologia del Gemelli al terzo posto dei migliori ospedali del mondo secondo Newsweek

La classifica di 'Newsweek' viene stilata sulla base dei risultati di un sondaggio globale, condotta tra decine di migliaia di stakeholder del mondo sanitario

La gastroenterologia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs al terzo posto nella classifica mondiale dei ‘Migliori ospedali specializzati del mondo 2021’ stilata dal settimanale americano 'Newsweek'. Una classifica che vede in testa la Mayo Clinic di Rochester (Minnesota, Usa) e il Mount Sinai Hospital di New York, seguiti dalla Medicina Interna e Gastroenterologia del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS.

“Aver appreso della classifica pubblicata da ‘Newsweek’, un evento che in autunno tutti aspettano, perché svela i migliori 100 centri al mondo nelle varie specialità", commenta il professor Antonio Gasbarrini, Ordinario di Medicina Interna all’Università Cattolica del Sacro Cuore e Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, Roma "è stato per noi motivo di enorme orgoglio. Viene premiata la gastroenterologia, che in realtà rappresenta il mondo di tutti coloro che si occupano di apparato digerente, fatto di clinici, chirurghi, ecografisti, endoscopisti, radiologi, anatomo-patologi, tutto quello che insomma sta intorno a un grande ospedale come il nostro, che è un’eccellenza assoluta per quanto riguarda l’apparato digerente". 

Continua Gasbarrini: "Ci ha sopresi piacevolmente il fatto di esserci classificati davanti ai grandi centri americani quali ma anche davanti a tutti i grandi centri europei. E il merito di questo successo va anche a quei giovani che si stanno facendo valere sia sul versante accademico che, come dimostra questa classifica, anche sul piano assistenziale". Poi conclude: "Il nostro Servizio Sanitario Nazionale e Regionale è in grado di offrire, almeno in quest’area della medicina, una qualità clinica uguale, se non superiore, a quella dei grandi centri statunitensi, che hanno un modello completamente diverso, che non permette a tutti di avere accesso alle cure”. 

La classifica di 'Newsweek' viene stilata sulla base dei risultati di un sondaggio globale, condotta tra decine di migliaia di stakeholder del mondo sanitario (medici, manager ospedalieri) appartenenti a 20 nazioni, tra maggio e luglio; l’analisi dei dati ottenuti consente di calcolare un ‘overall reputation score’.

La notizia è stata commentata dall'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio d'Amato: "E’ un vanto del Servizio sanitario della nostra Regione e la dismostrazione della grande qualità dei nostri professionisti che anche in periodo di Covid non hanno mai tralasciato le cure e l’assistenza. A tutta l’equipe di clinici, chirurghi, infermieri, tecnici e patologi vanno i miei ringraziamenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento