La funivia Battistini Casalotti, il progetto più atteso del piano della mobilità a cinque stelle

Collega il capolinea della metro A Battistini con il quartiere di Casalotti. Costi, tempi, caratteristiche e criticità di uno dei progetti più controversi del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

Diciasette minuti e trenta secondi per collegare il quartiere di Casalotti con il capolinea della metro A Battistini. Il tutto, viaggiando su un tracciato di 3,85 km, senza aggravare il traffico veicolare. E' questo, in estrema sintesi, l'obiettivo da cui muove uno degli interventi più attesi del PUMS: la funivia Battistini Casalotti.

Un'opera invariante

L'opera è stata considerata imprescindibile o, per usare la terminologia dell'amministrazione pentastellata, un' "invariante". Significa che, a prescindere dai progetti che i cittadini avrebbero candidato e votato per il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, il sistema a fune si sarabbe fatto. Perchè il Campidoglio aveva deciso di scommetterci. Così l'idea di realizzare una fune sospesa tra Battistini e Casalotti, si è trasformata in un progetto che prevede anche cinque fermate intermedie: Acquafredda, Montespaccato, Torrevecchia, Campus e Collina delle Muse/Gra. 

Le cabine della funivia

In termini di frequenza,  RomaMetropolitane ha previsto che "le cabine entreranno nella stazione ogni 10 secondi nelle ore di punta" ed il "tempo di percorrenza dell'intero percorso sarà di 17 minuti e 34 secondi".  Per soddisfare la domanda potenziale di utenti, è stato deciso di puntare su circa 200 cabine da 10 posti ciascuna. Saranno in grado di ospitare anche persone con disabilità munite di carrozzelle ortopediche. E poichè ogni seduta è individuale e reclinabile, nelle cabine entrano anche biciclette e passeggini.

La capacità di trasporto

Il sistema a fune Casalotti Boccea è stato pensato per trasportare fino a 3600 passeggeri all'ora per senso di marcia. Significa sottrarre una quota consistete al traffico di chi, inevetabilmente, attreversa quei quartieri per raggiungere la linea A della metro.  Sono previsti parcheggi a raso a servizio di tre stazioni, con complessivamete 530 posti. Ma il progetto, il cui investimento ipotizzato è di 109,6 milioni di euro, prevede anche la sistemazione di "opere a verde  afferenti alle stazioni e ai parcheggi e potatura/taglio delle alberature al di sotto della linea aerea con la conseguente messa in opera di nuova vegetazione". Ed anche un ponte ciclopedonale per l'attraversamento di via Boccea all'altezza della stazione Acquafredda.

Le critiche

La funivia Battistini Casalotti non è stata immune da critiche. MetroXRoma ha fatto notare, ad esempio, che si trova a più di 200 metri dall’accesso della Linea A tanto che nella 'prima fase dello studio di fattibilità' presentata dalla Sindaca il 16 maggio 2017, si prevedeva una lunga passerella sopraelevata".  Poi ci sono i classici rilievi che riguardano i sistemi a fune. Dalla scarsa capacità di trasporto all'eccessiva lentezza della cosiddetta velocità commerciale. Per l'opera comunque, come già accaduto per la funivia che collegherà Villa Bonelli con l'Eur, sono già stati chiesti i finanziamenti al Ministero dei trasporti. La realizzazione della funivia Battini-Casalotti è stimata in 19 mesi di lavori.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Prendevano la pensione dei genitori morti vent'anni fa: danni all'Inps per 3 milioni di euro

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Sardine a Roma, sabato la manifestazione: chiusa metro San Giovanni e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento