rotate-mobile
Attualità Esquilino / Piazza della Repubblica, 12

Fridays for the future: giovani in corteo a Roma a difesa dell'ambiente

La manifestazione andata in scena in contemporanea in tutta Italia è partita da piazza della Repubblica concludendosi ai Fori Imperiali

"Riprendiamoci il futuro. Siamo resistenza climatica", si è concluso a Roma il corteo - indetto in tutto il Paese - da Fridays For Future Italia. Migliaia di ragazzi e ragazze hanno sfilato per le strade della Capitale arrivando ai Fori Imperiali dopo essersi radunati in piazza della Repubblica. 

Ragazzi e ragazze hanno manifestato a difesa dell'ambiente, con temi climatici ma anche temi politici e sociali, come la richiesta di un cessate il fuoco in Palestina, la scuola, il G7 in Puglia, le vertenze sindacali come quelle della Gkn, le lotte transfemministe, le disuguaglianze fra il Nord e il Sud del mondo, la contestazione al Piano Mattei, all'Eni e al raddoppio del gasdotto Tap.

"£Riprendiamoci il Futuro scioperando - spiegano i promotori di Fridays For The Future Roma -. I nostri cori cantati per le strade sovrasteranno gli inni di guerra lanciati dai governi. Ogni salto farà tremare il castello di carta creato dalle aziende del fossile. Ogni cartello, ogni striscione, resterà impresso nella memoria più di qualsiasi pubblicità consumistica. Reagiamo all’immobilismo con la mobilitazione. Il futuro del pianeta dipende da tuttɜ noi, e questa è una delle occasioni che abbiamo ogni anno di far sentire all'unisono migliaia di voci.  Non solo di giovani e studentɜ ma anche di lavoratorɜ, docenti, adulti". 

"È una protesta sacrosanta, necessaria, essenziale per dare una scossa al conservatorismo 'fossile' e suicida delle destre - dichiara Luana Zanella, capogruppo di Alleanza Verdi e Sinistra alla Camera, in merito allo sciopero per il clima in corso in diverse città italiane -. La svolta green promessa dall'Europa è stata tradita da un gruppo dirigente vecchio e compromesso con i potentati economici e con gruppi di interesse che guardano solo alle loro tasche, mentre l'Italia delle destre sceglie politiche di devastazione, dalle trivellazioni al cemento delle grandi e inutili opere, preservando gli extraprofitti che tutto questo garantisce. Il futuro così viene compromesso, fondamentali i movimenti di protesta che mobilitano la rabbia delle giovani generazioni". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fridays for the future: giovani in corteo a Roma a difesa dell'ambiente

RomaToday è in caricamento