rotate-mobile
Attualità

Ferragosto, rischio incendi tra falò e grigliate: l'allarme di Coldiretti

L'associazione mette in guardia contro usanze e tradizioni che soprattutto in questa estate bollente potrebbero scatenare incendi. E fornisce qualche consiglio per gite fuori porta in sicurezza

Alla tradizionale gita di Ferragosto non si rinuncia neppure con 40 gradi, ma in questa estate bollente scatta l’avvertimento: severamente vietato accendere falò e fuochi senza supervisione e in zone in cui non è consentito per evitare di scatenare incendi, con buona pace delle grigliate in mezzo ai prati.

L’allarme è stato rilanciato da Coldiretti, che ha commissionato un’indagine che mette in evidenza come 8 italiani su 10 (il 78%) siano appassionati delle tradizionali grigliate di Ferragosto, rischiosissime in un Paese boscoso come l’Italia, che conta su 11,4 milioni di ettari di boschi. Migliaia dei quali sono già andati in fumo, complice gli incendi che stanno devastando soprattutto il Centro Sud con danni economici e ambientali incalcolabili.

Ferragosto, il vademecum di Coldiretti

Coldiretti ha quindi deciso di mettere a punto un vademecum per un Ferragosto privo di rischi, in cui la prima regola è quella di evitare di accendere fuochi non solo nelle zone boscate, ma anche in quelle coltivate o nelle vicinanze: “Nelle aree attrezzate, dove è consentito - sottolinea l’associazione - occorre controllare costantemente la fiamma e verificare prima di andare via non solo che il fuoco sia spento, ma anche che le braci siano completamente fredde”.

Tra le altre indicazioni c’è quella di non gettare mai mozziconi o fiammiferi accesi dall'automobile, e nel momento in cui si è scelto il posto dove fermarsi verificare che la marmitta della vettura non sia a contatto con erba secca che potrebbe incendiarsi.

Sconsigliato (oltre che vietato per legge) abbandonare rifiuti o immondizie nelle zone boscose o in loro prossimità, ed evitare la dispersione nell'ambiente di contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc.) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente.

Cosa fare se si avvista un incendio?

Nel caso in cui venga avvistato un incendio - consiglia la Coldiretti - non prendere iniziative autonome, ma mantenersi sempre a favore di vento evitando di farsi accerchiare dalle fiamme, e informare subito le autorità responsabili.

“Dal momento che un elevato numero degli incendi è opera di piromani o di criminali interessati alla distruzione dei boschi - conclude Coldiretti - occorre collaborare con la Forestale e con i corpi di Pubblica sicurezza per fermare comportamenti sospetti o dolosi favoriti dallo stato di abbandono dei boschi nazionali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto, rischio incendi tra falò e grigliate: l'allarme di Coldiretti

RomaToday è in caricamento