Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Incendio Malagrotta e l'allarme diossina, i dati sulla qualità dell'aria: la situazione

L'Arpa ha diffuso i primi dati. Ecco i risultati dei rilevamenti del 15 giugno, giorno dell'incendio

Mentre i vigili del fuoco continuano a smassare i rifiuti e gettare acqua sul fuoco ancora vivo dell'incendio di Malagrotta, arrivano i primi dati sulla qualità dell'aria. L'Arpa, l'agenzia che monitora la qualità dell'aria, ha infatti diffuso un primo report relativo alle stazioni fisse, già normalmente utilizzate. Di queste, la più vicina all'impianto è quella denominata 'Malagrotta', che dista circa 2,5 km dall'area interessata dall'incendio. 

I dati di Arpa

I valori del particolato misurati il 15 giugno nelle centraline dei Comuni di Roma e Fiumicino non evidenziano un generale incremento delle concentrazioni rispetto ai giorni precedenti e non si rilevano superamenti del limite giornaliero. I valori non elevati misurati nella centralina di Malagrotta, quella più vicina al luogo dell'evento, vengono definiti "coerenti con la dinamica dell'incendio che, nella fase attiva, genera una forte spinta degli inquinanti verso l'alto".

Cosa succede se i valori di diossina superano la soglia?

Gli altri inquinanti

È stata effettuata anche l'analisi dei dati degli altri inquinanti misurati presso la stazione di Malagrotta: i dati orari del parametro biossido di zolfo misurati durante l'incendio (dalle ore 17:40 in poi) risultano in linea con quelli misurati nelle giornate precedenti e al di sotto dei limiti di legge. Le concentrazioni di biossido d'azoto e di benzene i cui valori relativi all'intera giornata sono in linea con quelli dei giorni precedenti, nella serata del 15 giugno risultano più alte che nei giorni precedenti, restando, in ogni caso, inferiori ai limiti di legge.

Perché a Roma si sente puzza di bruciato nell'aria?

Arpa dà conto anche dell'odore acre percepito in molte zone della città: "Il forte odore percepito nell'area dell'incendio e in numerose zone della città è legato alla presenza collettiva in aria di un insieme numeroso di composti chimici diversi. A seguito dell'incendio, sono anche stati installati nella serata di mercoledì 15 giugno due campionatori (nei pressi del rogo e in zona Ponte Galeria), i cui risultati analitici saranno disponibili venerdì e sabato prossimo. Sarà inoltre prodotta una mappa che individuerà delle aree di potenziale massima ricaduta delle emissioni generate dall'incendio".

primidatiarpaincendio-2

Coldiretti e il Car

Intanto resta l'allarme per il consumo di frutta e verdura proveniente dalla zona della Valle Galeria. Coldiretti chiede "ristori immediati in un momento di particolare difficoltà per gli agricoltori, già alle prese con molteplici problematiche che vanno dalle conseguenze causate dalla pandemia, all’aumento dei costi delle materie prime fino al caro carburante, la siccità e la peste suina".  “Una situazione insostenibile - dice il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri - i danni causati all’agricoltura da questo incendio saranno incalcolabili e sommati alla lunga serie di problematiche, che già devono affrontare le nostre aziende, rischia di portare alla chiusura delle imprese già sul lastrico. Oltre alle ricadute che questo avrà sia su un indotto importante che sui dipendenti che rischiano il posto di lavoro”. 

Il Centro Agroalimentare di Roma  intanto ha già innalzato il livello di controllo e analisi dei prodotti presenti nel mercato che provengono dal quadrante interessato. “Si tratta di un’ulteriore misura di sicurezza di verifica dei prodotti”, dichiara Fabio Massimo Pallottini, CEO del CAR “che conferma l’elevata qualità e sicurezza dei mercati all’Ingrosso e l’interesse per la tutela della salute dei cittadini che rimane la nostra priorità. È importante inoltre precisare che le sostanze disperse rimangono nella superficie della frutta e verdura e si eliminano semplicemente con una pulizia e igienizzazione accurata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio Malagrotta e l'allarme diossina, i dati sulla qualità dell'aria: la situazione
RomaToday è in caricamento