Attualità

Smog a Roma: da gennaio 2019 stop ai veicoli più inquinanti 

Di seguito le misure contenute nell'accordo tra regione Lazio e ministero dell'Ambiente

Limitazioni alla circolazione dei veicoli maggiormente inquinanti a partire dal primo gennaio 2019, rete di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, obbligo di caldaie per il riscaldamento a basse emissioni, promozione di carburanti alternativi. Sono alcuni dei punti principali del pacchetto di misure previste dall'accordo siglato dal ministro Costa e dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. Obiettivo: migliorare la qualità dell'aria a Roma, nei comuni vicini, e nella valle del Sacco.

Tra le azioni contenute nell'accordo, che prevede un investimento complessivo da parte del ministero di 4 milioni e l'impegno a trovare altre risorse per l'attuazione del protocollo, troviamo la promozione di nuove infrastrutture per i veicoli elettrici e per la mobilità ciclo-pedonale, l'obbligo all'installazione di generatori di calore alimentati a biomassa con ridotte emissioni di inquinanti. E ancora misure che favoriscano l'uso di carburanti alternativi, l'utilizzo di vernici che assorbono il PM10 in fase di ristrutturazione degli immobili.

"Il ministero dell'Ambiente ha messo a disposizione risorse economiche e incentivi per il cambio dell'auto e per avviare un percorso di incentivazione bonus malus offrendo la possibilità di far pagare meno a chi inquina meno" commenta il ministro dell'Ambiente Sergio Costa.

Queste sono le "buone pratiche di governo. Ci crediamo. L'Oms parla di 500 mila morti in Europa per l'inquinamento dell'aria. Un problema con cui il Lazio, che ha una città come Roma, deve fare i conti. Lo abbiamo fatto con il Piano organico che cambia la qualità della vita delle persone". sono le parole del governatore del Lazio Nicola Zingaretti. "Continueremo poi con mezzi pubblici verdi del Cotral, 800 nuovi mezzi pubblici a basso inquinamento, incentivi per il cambio delle automobili, aiuto a sostituire le caldaie più inquinanti, milioni di euro ai comuni per incentivare tutte quelle forme che permettono di inquinare di meno, efficientamento energetico per gli edifici pubblici per abbassare la bolletta energetica e aumentare anche il risparmio. Insomma, finalmente un’azione coordinata, affinché il Lazio diventi tra le Regioni al più basso tasso d’inquinamento dell’aria". 

Di stop ai veicoli più inquinanti entro il 2019, segnatamente per la classe diesel Euro3, aveva parlato a inizio a ottobre l'assessore ai Trasporti Linda Meleo. All'annuncio però non sono seguiti ancora provvedimenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog a Roma: da gennaio 2019 stop ai veicoli più inquinanti 

RomaToday è in caricamento