rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Romanina, i detenuti di Rebibbia ripuliranno il quartiere

Partito il progetto per la riqualificazione del territorio e il reinserimento sociale. Dopo il Colle Oppio, Villa Ada ed il Gianicolo si passa al quartiere del Municipio Tuscolano

Un’occasione per i detenuti, un servizio per la città. È questo il duplice intento del progetto “Lavori di pubblica utilità e recupero del patrimonio ambientale”, che da oggi è partito anche in zona Romanina. Al via, quindi, i lavori di ripristino, pulizia e decoro in uno dei quartieri maggiormente bisognosi, tristemente venuto alla ribalta per gli incresciosi fatti di violenza di qualche settimana fa, come hanno sottolineato l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini, Daniele Frongia e l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale, Pinuccia Montanari.

Non solo Rebibbia

Nata dall’accordo tra Roma Capitale, Ministero della Giustizia e Dipartimento d’Amministrazione Penitenziaria, l’iniziativa ha preso il via il 26 maggio scorso dai parchi del Colle Oppio. In seguito ha favorito la riqualificazione di Villa Ada e dei giardini del Gianicolo. Punta, oltre all’offerta gratuita di un servizio importante reso alla città, al reinserimento socio-lavorativo dei soggetti in estinzione di pena. Per ora, in via sperimentale, concerne il solo carcere di Rebibbia, ma coinvolgerà anche gli altri istituti penitenziari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romanina, i detenuti di Rebibbia ripuliranno il quartiere

RomaToday è in caricamento