rotate-mobile
Attualità

Centri anziani ancora chiusi, De Priamo (FdI): "Raggi fornisca soluzioni immediate"

Secondo il consigliere capitolino "solo una ventina di strutture hanno riaperto". La chiusura dei 150 centri era stata decisa un anno e mezzo fa a causa della diffusione del Covid 19

"I Centri Sociali Anziani rappresentano un punto di riferimento importante per i cittadini della terza età". A dichiararlo era la sindaca Virginia Raggi lo scorso 4 giugno, annunciando la riapertura dal 1° luglio per le circa 150 strutture sparse in tutto il territorio di Roma Capitale che, causa pandemia, erano state chiuse. La data è slitattata poi al 1° settembre, ma per la maggior parte dei centri anziani ancora non si vede la luce. 

A farlo presente è anche Andrea De Priamo, capogruppo di Fratelli d'Italia in Campidoglio: "Sembrerebbe che solo una ventina di Centri abbiano riaperto la struttura per accogliere le attività di aggregazione e socializzazione degli anziani che li frequentano - queste le parole dell'esponente del partito di Giorgia Meloni -. I motivi di questi ritardi, in tantissimi casi, pare siano legati alla mancanza di fondi messi a disposizione dei Municipi per poter effettuare i lavori di pulizia, sanificazione, ristrutturazione e adeguamento alle norme".

"Chiediamo che, con urgenza, ci vengano fornite soluzioni immediate per la riapertura dei Centri Anziani della Capitale - conclude De Priamo - e che, alla luce delle novità legislative intervenute nel corso degli anni, l'amministrazione adegui il modello organizzativo dei Centri a quanto stabilito dalle leggi nazionali e regionali. Questi inaccettabili ritardi, causati dall'inadeguatezza di Raggi e della giunta 5stelle, continuano a far pagare un prezzo troppo alto a chi, come i nostri anziani, ha dato il proprio contributo alla società". 

Il 14 luglio dal VI Municipio facevano sapere a Roma Today che "è stata data totale libertà di apertura e supporto  ai presidenti dei centri anziani, ma da parte loro è emerso anche timore e paura rispetto ad una possibile riapertura e molti preferiscono posticiparla in autunno". Da Montesacro (III Municipio), le notizie sono più positive: "Il centro anziani di via Monte San Giusto ha già riaperto a fine agosto - ricorda l'assessora Maria Concetta Romano a Roma Today - , anche Cinquina è aperto, per Serpentara manca poco mentre a Montesacro hanno deciso di aspettare ottobre. In generale comunque stanno tutti riaprendo, entro la fine di settembre massimo inizio ottobre".

La problematica principale è stata quella relativa alla pulizia delle strutture: "Il Comune ha cambiato ditta - spiega l'assessora - stipulando un nuovo contratto che è partito il 1° luglio. Quindi gli operatori hanno fatto a turno per coprire tutti i centri, con tempistiche legate alla metratura. Però nel contratto non c'è la derattizzazione, quindi abbiamo reperito risorse municipali per intervenire lì dove è stato necessario. Dopo un anno e mezzo di chiusura, la situazione topi era seria in alcune strutture". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri anziani ancora chiusi, De Priamo (FdI): "Raggi fornisca soluzioni immediate"

RomaToday è in caricamento