rotate-mobile
Attualità Trigoria / Via delle Testuggini

Da impianto Acea ad hub tecnologico. A Roma sud arriva un Data Center con aree verdi e parcheggi

Una società con sedi in tutto il mondo ha scelto Roma e ha appena acquisito 22 ettari di terreno a Trigoria

Un vecchio impianto Acea di Roma sud diventerà un campus dedicato alla sicurezza dei dati. A trasformare l'area di Trigoria sarà Digital Reality, fornitore globale di data center, che ha puntato Roma per realizzare un centro importante nel Mediterraneo. 

Un Data Center a Trigoria 

Il luogo prescelto è via delle Testuggini, tra via di Trigoria e La Torretta, non lontano da Selva Candida. Un'area che verrà riqualificata e diventerà un vero e proprio campus. Il Data Center di Digital Reality è inserito nell’ambito di "una strategia di sviluppo a lungo termine", fa sapere l'azienda, per realizzare il più grande hub nel bacino del Mediterraneo, a supporto delle infrastrutture che richiedono la connessione in fibra ottica, con connessioni terrestri e sottomarine che si aggiungono all'infrastruttura digitale esistente e alla rete elettrica.

Hub di connettività globale

Lo scopo dichiarato è quello di rafforzare la leadership nella fornitura di servizi infrastrutturali nella regione mediterranea, avendo già basi in Grecia (Atene), Francia (Marsiglia) e Croazia (Zagabria), ma anche in hub in via di sviluppo in Spagna (Barcellona), ancora in Grecia (isola di Creta) e Israele (Tel Aviv). Roma è la terza città dell'Unione Europea in termini di popolazione e la seconda in Italia per prodotto interno lordo. La posizione geografica strategica rende la città ben predisposta ad accrescere il suo ruolo di hub di connettività globale, al fianco di Milano e ad aumentare la resilienza dell'infrastruttura di rete nazionale e internazionale dell'Italia. 

Come sarà il campus 

Il sito prescelto, che si estenderà su 22 ettari nel IX municipio, si trova a 15 chilometri dalla costa, in una posizione che rappresenta un punto di interconnessione ideale per i futuri cavi sottomarini che arriveranno a Roma, e a 13 chilometri in linea d’aria dal centro della città. Il campus, inoltre, può essere raggiunto facilmente da entrambi gli aeroporti romani, Fiumicino e Ciampino. La riconversione del sito industriale dismesso (ex Acea) avverrà attraverso la parziale ristrutturazione degli edifici esistenti e il riutilizzo circoscritto della Superficie utile lorda (SUL) per la costruzione di nuovi impianti, senza aumenti di cubatura né ulteriore impatto sul paesaggio, fanno sapere dall'azienda. In questo modo sarà possibile portare avanti una riqualificazione dell’intera zona, oltre che un miglioramento delle infrastrutture tecnologiche esistenti e una valorizzazione delle infrastrutture urbanistiche e del paesaggio circostanti. Digital Reality, in partnership con Namex (l'internet exchange point di Roma), con questa opera annuncia nuovi posti di lavoro e una ricaduta positiva a livello economico per il tessuto sociale romano. Il campus ospiterà ampi uffici e magazzini, un parcheggio per visitatori e vettori di consegna e 24.000 metri quadri di aree verdi pubbliche. "La procedura  - fanno sapere dall'azienda - sta andando avanti grazie all'impegno di Roma Capitale e in particolare dell'assessore all'Urbanistica del Comune di Roma Maurizio Veloccia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da impianto Acea ad hub tecnologico. A Roma sud arriva un Data Center con aree verdi e parcheggi

RomaToday è in caricamento