Attualità

Investito in autostrada per rimuovere ostacolo in carreggiata, premiato il poliziotto Daniele Benedetti

Il riconoscimento alla partenza della tappa del Giro d'Italia a Perugia nell'ambito dell'iniziativa "Eroi della Sicurezza"

L'assistente capo venne investito il 15 agosto dello scorso anno

Era il giorno di Ferragosto dello scorso anno quando per evitare una tragedia venne travolto in autostrada rimanendo gravemente ferito. Trasportato in ospedale in condizioni critiche riuscì a cavarsela venendo dimesso dopo 118 giorni di degenza. A distanza di quasi un anno il poliziotto è stato premiato assieme al collega con il quale evitò una possibile tragedia. Ad essere premiati il Sovrintendente Roberto Tronati e l’Assistente Capo Daniele Benedetti della Polizia Stradale di Roma Nord. 

La premiazione alla partenza della tappa di mercoledì 19 maggio del Giro d'Italia, dove sono state consegnate le premiazioni "Eroi della Sicurezza", iniziativa giunta al decimo anno e nata dalla collaborazione tra Polizia di Stato e Autostrade per l’Italia per valorizzare l’operato degli agenti e degli addetti autostradali che ogni giorno presidiano la viabilità sulle arterie ad alto scorrimento lungo il Paese.

Investito sull'autostrada a Ferragosto 

Il 15 agosto del 2020, il Sovrintendente Roberto Tronati e l’Assistente Capo Daniele Benedetti della Polizia Stradale erano di pattuglia in A1 quando, su segnalazione della sala operativa sono intervenuti per rimuovere un ostacolo che rischiava di mettere in pericolo i vacanzieri in viaggio. Dopo aver bloccato il traffico, l’Assistente Capo Daniele Benedetti si è adoperato per rimuovere velocemente l’ostacolo, portandolo fuori dalla carreggiata. Mentre faceva ritorno al veicolo di servizio, un’auto che viaggiava a forte velocità sulla corsia d’emergenza lo ha travolto. 

Il Sovrintendente Roberto Tronati ha subito prestato i primi soccorsi, riuscendo anche a bloccare l’auto responsabile dell’incidente. L’Assistente Capo Benedetti è stato trasportato presso l’Ospedale Policlinico Gemelli di Roma, in condizioni disperate a causa delle lesioni riportate ed è stato ricoverato per 118 giorni. I due operatori hanno dimostrato coraggio ed elevatissime qualità professionali, non esitando a mettere a repentaglio la loro stessa vita per salvare quella degli altri.

Automobilista tratto in salvo sull'autostrada A1 

Inoltre, un riconoscimento al forte attaccamento al proprio lavoro è quello che è stato consegnato ad Andrea Muzi e Fabio Vanni, del Tronco di Fiano Romano di Autostrade per l’Italia per la prontezza dimostrata nel soccorrere un automobilista rimasto intrappolato tra i rottami dell’auto su cui viaggiava, finita fuori strada.

La storia di Andrea Muzi e Fabio Vanni, addetti della Direzione di Tronco di Fiano Romano di Autostrade per l’Italia, è avvenuta invece nel 2019, prima dell’emergenza Covid-19 che, nel 2020, ha generato una riduzione dei volumi di traffico e di conseguenza degli eventi sulle autostrade. La mattina del 5 novembre, Andrea e Fabio nel corso di un’ordinaria attività di manutenzione in A1 nei pressi di Orte, sono stati informati dal Centro Radio che, a pochi chilometri di distanza un’auto era andata fuori strada. I due operatori hanno prontamente allertato la Polstrada e il servizio di Pronto Intervento e hanno raggiunto il luogo dell’incidente. 

Giunti sul posto, Andrea e Fabio si sono resi conto della gravità dell’impatto, il veicolo aveva oltrepassato il guardrail finendo nei campi limitrofi, intrappolando tra i rottami il conducente. Dopo essersi accertati delle condizioni di salute dell’automobilista, gli operatori hanno prestato il primo soccorso e, utilizzando le loro attrezzature da lavoro sono riusciti a sollevare parte dell’auto liberando il braccio dell’uomo. Grazie alla rapidità del gesto, il conducente è riuscito a salvarsi e a scongiurare la perdita dell’arto.

Nel corso delle diverse tappe della maggiore gara ciclistica nazionale, il palco delle premiazioni sportive ospita quest’anno 18 operatori della Polizia Stradale, con cui ASPI quotidianamente lavora in stretta collaborazione per garantire la sicurezza degli utenti in viaggio sulle autostrade. La Polizia Stradale, contestualmente, assegnerà lungo le tappe da Sud a Nord dell’Italia un riconoscimento a 10 operatori di Autostrade per l’Italia che hanno dimostrato una forte dedizione al proprio lavoro, mettendo a servizio degli utenti competenze e impegno che vanno ben oltre le proprie mansioni quotidiane. 

Alla partenza della tappa Perugia-Montalcino, dato il coraggio e la dedizione al lavoro dimostrati dai protagonisti delle storie ricordate, erano presenti sul palco il Direttore Centrale per le Specialità della Polizia di Stato, Daniela Stradiotto e il Presidente di Autostrade per l’Italia, Giuliano Mari, per consegnare un premio al Sovrintendente Roberto Tronati e all’Assistente Capo Daniele Benedetti, in servizio presso la Sottosezione Autostradale di Roma Nord, per aver sventato un possibile incidente causato da un ostacolo in autostrada, mettendo a repentaglio la loro stessa vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito in autostrada per rimuovere ostacolo in carreggiata, premiato il poliziotto Daniele Benedetti

RomaToday è in caricamento