Coronavirus, positivi due allievi dei vigili del fuoco: controlli nella caserma di Capannelle

Per gli allievi rientrati nelle proprie abitazioni, è stata confermata la sorveglianza sanitaria fiduciaria presso i rispettivi domicili

Il coronavirus non ha risparmiato i vigili del fuoco di base a Roma. Fortunatamente, anche in questo caso così come nel Lazio, non ci sono focolai interni ma due casi positivi di allievi che, comunque, non preoccupano né il comando, né l'Istituto Spallanzani che, nel tardo pomeriggio del 2 marzo, ha accolto nella propria struttura uno dei due pompieri, un allievo dell'87esimo corso proveniente da Piacenza e risultato positivo al Covid-19

A fare chiarezza, con una nota ufficiale, sono stati proprio i vigili del fuoco: "A seguito dell'accertamento positivo a test coronavirus di un secondo allievo vigile del fuoco dell'87esimo corso, su indicazione della Direzione dell’Istituto per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, sono state attivate le misure di sicurezza e di sorveglianza previste dalle attuali procedure. Il ragazzo, attualmente in buone condizioni di salute, dal 28 febbraio era sottoposto a sorveglianza sanitaria all’interno delle stesse scuole di Capannelle, in attesa di un eventuale trasferimento allo Spallanzani. Il primo ragazzo, risultato positivo al tampone effettuato nel pomeriggio di venerdì 28 febbraio dal servizio sanitario umbro, è in buona salute e asintomatico, in sorveglianza sanitaria presso il proprio domicilio".

covid-2

Il tutto mentre, nella giornata di lunedì, è stato effettuato un sopralluogo nelle scuole centrali antincendi di Capannelle dei medici dello Spallanzani. "La completa indagine epidemiologica svolta ha consentito di individuare gli allievi, gli istruttori e il restante personale entrato in contatto stretto anche con il secondo allievo risultato positivo. Su tre allievi è stato eseguito il tampone, con i risultati che saranno resi noti il 3 marzo. Al momento è stato indicato, in attesa di formalizzazione, dal servizio sanitario dello Spallanzani il regime di sorveglianza sanitaria attiva su tutti gli allievi entrati in stretto contatto con i due allievi positivi al test e tuttora presenti nelle Scuole Centrali Antincendi. Gli stessi saranno mantenuti nella struttura fino al termine del periodo di osservazione (di una settimana e di due settimane a seconda del gruppo di contatto). Per i restanti allievi non entrati in contatto diretto, si sta valutando la possibilità di procedere con una sorveglianza sanitaria fiduciaria presso i rispettivi domicili. Per gli allievi rientrati nelle proprie abitazioni, è stata confermata la sorveglianza sanitaria fiduciaria presso i rispettivi domicili. Proseguono intanto i controlli sul personale della struttura a cura dei medici del corpo e della task force sanitaria dello Spallanzani", spiega la nota dei vigili del fuoco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il capo del Corpo nazionale Fabio Dattilo ha voluto ringraziare in anticipo "il personale della direzione centrale per la formazione, gli istruttori e gli allievi, per la compostezza con cui stanno affrontando la situazione, nella consapevolezza che è con il contributo e la collaborazione di tutti che potrà essere superata limitando le conseguenze. Un ringraziamento anche al personale medico del Corpo e del servizio sanitario nazionale per l'abnegazione con cui stanno svolgendo il proprio compito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento