Attualità

Coronavirus Roma, code per tamponi post vacanze: drive-in aperti 7 giorni su 7. Appello di Zingaretti

D'Amato: "Chiedo comprensione per i nostri operatori che stanno lavorando con le tute a 40 gradi"

Foto dalla Asl Roma 1 del 15 agosto

Roma e il Lazio stanno lavorando per evitare una seconda ondata. Dei 68 nuovi contagi nel Lazio registrati nelle ultime 24 ore, un terzo sono di quelli di ritorno dalle vacanze. Tra Ferraggosto e domenica si sono segnalate lunghe file all'ospedale San Giovanni per eseguire il tampone post vacanze obbligatorio per chi rientra da Grecia, Croazia, Spagna e Malta durante l'emergenza Coronavirus. 

Situazione analoga all'aeroporto di Fiumicino e Ciampino nelle aree gestite dai medici Usmaf e Asl, allestite da Aeroporti di Roma, insieme al Ministero della Salute e la Regione Lazio, per la somministrazione dei test Covid-19. 

I vacanzieri di ritorno, come ormai da prassi, vengono sottoposti al tampone nasofaringeo e poi inviati al proprio domicilio presso il quale dovranno rimanere in isolamento in attesa della comunicazione da parte della Asl sull'esito dell'esame e sulla procedura da seguire nei giorni successivi. Sono accolti in un'area riservata e isolata del Leonardo da Vinci, situata presso gli arrivi del Terminal, zona in cui sono stati allestiti 12 box capaci di ospitare fino a 480 passeggeri.

Tamponi e file per test in aeroporto

"È un lavoro molto impegnativo - spiega l'assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D'Amato, presente nello scalo romano per l'avvio dei test Covid-19 -. Nella sola giornata di domenica sono infatti previsti oltre duemila arrivi. Finora c'è un'attesa di circa 25 minuti, ma stiamo cercando di velocizzare il più possibile le operazioni. Ricordo - sottolinea D'Amato - che le modalità sono tre: o si arriva con un test già fatto nelle 72 ore precedenti la partenza, o si fa qui in aeroporto, a Fiumicino a partire da oggi e da domani a Ciampino, oppure, per quanto riguarda la città di Roma, lo si può fare in uno dei 15 drive-in che sono stati messi a disposizione. Stiamo facendo uno sforzo massimo. Chiediamo però la collaborazione di tutti. Se c'è un po' di attesa, è un'attesa che riguarda il bene primario, che è la salute di tutti".

Drive in aperti 7 giorni su 7

Uno sforzo che non termina qui però. "Chi rientra nel Lazio deve fare due cose - aveva comunicato l'Unità di Crisi della Regione Lazio in occasione dell'entrata in vigore dell'ordinanza -: comunicarlo al numero verde 800.118.800 o attraverso la app 'Lazio Doctor Covid' e recarsi al drive-in con tessera sanitaria e documento di viaggio. Se va con ricetta del medico velocizza le operazioni di tracciamento". 

Nella giornata del 16 agosto sono stati effettuati, al drive-in del San Giovanni 330, test sui viaggiatori di rientro dalle mete turistiche. Al drive-in di Casal Bernocchi 134 i test effettuati, al drive-in del Forlanini, che è stato attivato nel pomeriggio, sono stati 112 e al drive-in del Santa Maria della Pietà, attivato nel primo pomeriggio, sono stati 80. Sono stati 99 i test effettuati al drive-in di Genzano. Da oggi, invece, tutti i drive-in del Lazio saranno operativi 7 giorni su 7 dalle ore 9 alle ore 19.

D'Amato: "Operatori sanitari al lavoro con 40 gradi"

"Chiedo comprensione per i nostri operatori che stanno lavorando con le tute a 40 gradi. Chi sta in auto con l’aria condizionata deve avere comprensione per chi sta garantendo gratuitamente la tutela della salute pubblica. Non capisco perché se c'è un attesa allo stretto di Messina o al traforo del Monte Bianco c'è più comprensione dell'attesa per motivi di sanità pubblica", ha sottolineato l'assessore alla sanità nel Lazio Alessio D'Amato. 

Zingaretti: "Ora è tempo della mobilitazione della resposabilità"

Un appello condiviso anche dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che aggiunge: "Nelle settimane scorse ci sono stati messaggi sbagliati, come se il Covid fosse scomparso. Non è così e, nel ringraziare i tanti operatori della sanità che non hanno mai smesso di stare in trincea, dobbiamo essere chiari. Non possiamo lasciare solo sulle loro spalle la lotta al virus. Ora è tempo della mobilitazione della resposabilità, da parte di tutti. Siamo in prima linea per contenere questa pandemia e non disperdere i sacrifici fatti", ha detto in un video messaggio su Facebook. 

ELENCO DEI DRIVE-IN ATTIVI PER I TEST:

ASL RM1: Casa della Salute XV municipio - via S. Daniele del Friuli 8 – Roma (Attenzione: dal 20/07/020 al 31/08/2020  l'orario sarà  lun-sab dalle  8.30 alle 12.30); AO San Giovanni Addolorata - via S. Stefano Rotondo 5 – Roma;

ASL RM2: Casa della Salute XV municipio - via S. Daniele del Friuli 8 – Roma; Via Nicolò Forteguerri - Casa della Salute Santa Caterina della Rosa – Roma;

ASL RM3: Via Casal Bernocchi - Sede Direzione ASL; Ex Presidio Forlanini - Piazza Carlo Forlanini – Roma;

ASL RM4: Ospedale San Paolo di Civitavecchia - Largo Donatori del Sangue 1; Ospedale Padre Pio - Via s. Lucia – Bracciano;

ASL RM5: Piazza Salvo D'Aquisto - Palombara Sabina/Casa della Salute; Via degli Esplosivi – Colleferro;

ASL RM6: Attenzione: Il servizio a partire da lunedì 3 agosto è trasferito nei locali dell'ex Pronto Soccorso, dell'ex Ospedale "E. De Sanctis" di Genzano, sito in via Achille Grandi, snc. - orario lun-ven dalle 10 alle 18,  sabato  dalle 10 alle 14;

FROSINONE: Ospedale Santa Scolastica - via San Pasquale – Cassino; Ospedale Fabrizio Spaziani - Via Armando Fabi, 67 – Frosinone;

LATINA: Ospedale S. M. Goretti - Latina - Piazzale antistante; Piazza Monsignor Di Liegro – Gaeta;

RIETI: Piazzale Istituto D'Arte – Rieti;

VITERBO:  Ospedale Belcolle - Strada Sammartinese- Viterbo; 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Roma, code per tamponi post vacanze: drive-in aperti 7 giorni su 7. Appello di Zingaretti

RomaToday è in caricamento