menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus Roma, da Ostia a Tor de' Cenci: al via primi tamponi antigienici in studi medici

La Fimmg: "Il sistema basato sui medici di famiglia prevede che il cittadino che sospetta di aver avuto contatti con positivi o presenti sintomi che possono essere riconducibili al Covid, possa prenotare presso il proprio medico un tampone rapido"

Ostia, Ariccia, Civitavecchia, Anzio e Tor de Cenci. E' in queste zone che i primi studi di medici di medicina generale che stanno eseguendo i tamponi rapidi antigenici.

Lo fa sapere in una nota la Fimmg Roma, spiegando che "a Ostia su 50 prelievi sono stati individuati 4 positivi asintomatici. Cittadini con una carica virale ben marcata, che avrebbero continuato a diffondere il virus". Il sistema, spiegano, basato sui medici di famiglia prevede che il cittadino che sospetta di aver avuto contatti con positivi o presenti sintomi che possono essere riconducibili al Covid, possa prenotare presso il proprio medico un tampone rapido. Il medico poi comunica luogo e data della prestazione. La risposta si ha in mezz'ora.

Se positiva, il caso passa al Sisp per le procedure di sorveglianza. Se negativo si torna alla propria vita senza altri impedimenti. Se non si ha il tempo di attendere la risposta, si verrà richiamati.

"Nei prossimi giorni è programmata l'attivazione di altre decine di studi a Roma e in provincia- conclude la Fimmg- Ad oggi i medici di famiglia che hanno aderito al bando regionale sono circa 500, in crescita rispetto ai 350 che risposero al primo avviso".

"Questo dimostra che l'impegno dei medici di medicina generale in questa fase è assolutamente rilevante. Le Asl stanno distribuendo i primi 50 mila test (dei 200 mila) con i relativi dispositivi di protezione individuale - DPI. In questa fase i test rapidi rappresentano un valido strumento di screening per individuare precocemente sospetti casi positivi. Presto avremo anche a disposizione i test differenziali che discriminano il COVID dall'influenza stagionale", dichiara l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento