"Io dimessa dopo 2 tamponi negativi, poi di nuovo positiva": Stefania racconta la sua odissea con il Coronavirus

Due tamponi negativi in 4 giorni non sono bastati. Stefania, dopo essere stata dimessa, è risultata nuovamente positiva al Covid-19. Una battaglia che dura da due mesi

Due tamponi negativi, prima il 30 marzo e poi il 2 aprile. Il giorno seguente le dimissioni, ma il 4 aprile la pressione non è buona ed il 5 aprile, due giorni dopo le dimissioni dall'ospedale, i sintomi ci sono ancora. La corsa al pronto soccorso e il dato certo: Stefania, dopo due mesi e una serie di tamponi, è ancora positiva al coronavirus. 

A raccontare l'odissea a RomaToday è la stessa commessa della Magliana. Stefania, 50 anni e mamma di due figli di 23 e 26, è stata tra le prime persone malata di Covid-19 a Roma. 

La sua storia è un ottovolante. I primi sintomi il 23 febbraio poi la corsa il 7 marzo e il ricovero allo Spallanzani. "Avevo un raffreddore, niente di più. Dopo una settimana è cominciata ad apparire qualche linea di febbre, andava e veniva. Per scrupolo sono andata dal dottore ma non sono voluta entrare, ci ho parlato dalla finestra. Il sabato successivo la mattina mi sentivo bene, poi il pomeriggio sono entrata in crisi respiratoria".

Da lì il ricovero allo Spallanzani il 7 marzo dove per fortuna non è stata intubata. Dal 22 marzo migliora e passa in cura al Covid hospital 3 di Casalpalocco, presidio sanitario 'spoke' dell'Istituto di Roma dove vengono portati i pazienti non gravi. 

Qui, nella struttura nel X Municipio, Stefania fa 5 tamponi: tre positivi e gli altri, gli ultimi due, sono negativi. I medici, giudicano soddisfacente il quadro clinico, e così Stefania viene finalmente dimessa. La gioia però dura poco. 

Stefania lamenta di non essere stata sottoposta alle analisi del sangue dovute e solo due giorni dopo, è ancora al pronto soccorso. "Il 5 aprile ha sentito le labbra addormentarsi", racconta a RomaToday.  

La corsa al San Camillo, il nuovo tampone e le analisi che non lasciano dubbi: il coronavirus c'è ancora. Ora è ricoverata all'ospedale nosocomio romano in attesa di guarire: "Non è che mi sono riammalata, io sono uscita da là ancora positiva", dice convinta Stefania che poi conclude: "Ringrazio tutto il gruppo della Magliana che mi è stato vicino. Senza di loro, senza il mio compagno e i miei figli non ce l’avrei fatta. Mi hanno dato una grossa mano".

Si parla di

Video popolari

"Io dimessa dopo 2 tamponi negativi, poi di nuovo positiva": Stefania racconta la sua odissea con il Coronavirus

RomaToday è in caricamento