Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Coronavirus a Roma, come comportarsi a scuola: le linee guida del Comune

I viaggi di istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche sono sospese fino al 15 marzo

Fino al 15 marzo gite scolastiche, le visite culturali, i progetti di scambio e di gemellaggio sospesi, assenze certificate e giustificate e comunicazioni alla Asl se si ritorna da zona a rischio.

Il Comune di Roma ribadisce le linee guida per tutte le scuole presenti nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 febbraio in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da coronavirus.

La Sindaca Virginia Raggi ha così diffuso una nota che riguarda le norme di comportamento e rientro a scuola per tutti gli studenti. Ma non solo. 

"La riammissione nelle scuole per assenze dovute a malattia di durata superiore a 5 giorni avviene – fino alla data del 15 marzo – dietro presentazione di certificato medico", si legge.

Video: i romani esorcizzano il coronavirus

Per quanto riguarda i viaggi di istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche sono sospese appunto fino al 15 marzo.

"Chi rientra in Italia dopo aver soggiornato negli ultimi 14 giorni in aree della Cina interessate dall’epidemia, deve comunicarlo al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria territorialmente competente e attenersi alle indicazioni della Asl", conclude il Decreto.

Buone notizie dallo Spallanzani: guarita la terza paziente

Nel frattempo Raggi intervenendo allo speciale su RadioUno In viva voce ha ribadito come, a Roma, non ci sia alcuna emergenza: "La Capitale attuerà le indicazioni che provengono dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e dalla Regione Lazio. Ad oggi le autorità ci dicono che non c'è una situazione di emergenza".

Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus

"Le indicazioni e le prescrizioni sono volte ad informare la cittadinanza su quelle che sono le buone pratiche igienico che vanno dal lavarsi le mani al tossire portandosi la mano davanti la bocca. Ci saranno attività di prevenzione con il collocamento negli uffici aperti al pubblico di dispenser con igienizzante per le mani. Allo stesso tempo Atac è già attiva nella sanificazione dei mezzi pubblici e delle stazioni. Siamo costantemente in contatto con la presidenza del Consiglio e con la Regione per monitorare l'emergenza ed eseguiremo tutte le attività che ci indicheranno. In questo momento c'è massima collaborazione tra le istituzioni, invitiamo tutti i cittadini a stare tranquilli. A Roma, ripeto, ad oggi non c'è alcuna emergenza, bisogna solo rispettare alcune norme igienico sanitarie di base".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Roma, come comportarsi a scuola: le linee guida del Comune
RomaToday è in caricamento