menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sanificazione nel commissariato di polizia del quartiere Spinaceto a Roma. 2 marzo 2020 ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Sanificazione nel commissariato di polizia del quartiere Spinaceto a Roma. 2 marzo 2020 ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Coronavirus, le tappe della diagnosi poliziotto positivo. Richiamati 98 pazienti venuti in contatto con lui

Ad oggi nel Lazio si sono verificati in totale 15 casi di Coronavirus. Nessuno è residente a Roma e al momento non si registrano casi autoctoni né nella Capitale né nella regione

Ad oggi, nel Lazio, si sono verificati in totale 15 casi di coronavirus (di cui tre pazienti guariti). Nessuno è di questi, tuttavia, è residente a Roma e al momento non si registrano casi autoctoni né nella Capitale né nella regione. Una buona notizia, confermata, che serve anche a placare le paure dei cittadini. 

Dov'è stato il poliziotto positivo al coronavirus

A tenere banco, tuttavia, è il percorso dell'agente della Polizia di Stato, residente a Torvaianica (nel comune di Pomezia) e di base al Commissariato di Spinaceto. Secondo quanto ricostruito, il 50enne dopo essere stato al pronto soccorso del Policlinico di Tor Vergata, il poliziotto ora ricoverato all'Istituto Spallanzani di Roma è arrivato al Policlinico Gemelli nella tarda serata del 29 febbraio.

Il paziente sarebbe giunto al Gemelli in ambulanza, con sintomi di patologia respiratoria. Accolto da personale protetto nell'area di isolamento dedicata ai pazienti potenzialmente contagiosi, è stato sottoposto a tutti gli accertamenti diagnostici e al tampone per Covid-19.

L'esame è stato inviato allo Spallanzani ed è risultato positivo al coronavirus e così è stato inviato, in ambulanza protetta, all'Istituto per le malattie infettive. E la situazione al Gemelli non desta preoccupazioni, secondo la Regione invece quella di Tor Vergata va monitorata. 

98 pazienti richiamati da Tor Vergata

A seguito di una indagine epidemiologica, infatti, "sono state richiamate 98 persone che hanno avuto accesso al pronto soccorso di Tor Vergata nei giorni 26 e 27 febbraio e che sono potenzialmente venute a contatto con l'agente di Polizia che si era recato al pronto soccorso e ora ricoverato all'Istituto Spallanzani", sottolinea in una nota in una nota l'assessorato alla Sanità del Regione Lazio.

"Di questi 15 risultano sintomatici e andranno valutati clinicamente ed eventualmente verranno sottoposti al test per il COVID-19. Sono 6 gli operatori sanitari del pronto soccorso, un agente di Polizia e due operatori della vigilanza in servizio presso l'ospedale posti in sorveglianza sanitaria domiciliare, tutti asintomatici".

Tutti asintomatici i ragazzi, genitori e insegnanti del liceo di Pomezia

Una situazione in evoluzione che si somma alle buone notizie dall'istituto Pascal di Pomezia, la scuola frequentata da uno dei figli del poliziotto positivo. Sono stati contattati telefonicamente dal servizio di igiene e sanità pubblica della Asl Roma 6 tutti i ragazzi, i genitori e gli insegnanti della classe 3 C del Pascal.

"Sono tutti asintomatici e sono stati posti in sorveglianza domiciliare. Inoltre sono in corso i contatti con i medici di medicina generale delle famiglie per informarli dell'evoluzione. È stato inoltre contattato il maestro di pianoforte anche lui asintomatico e posto in sorveglianza domiciliare", ha fatto chiarezza la Pisana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento