rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

Coronavirus, a Roma 631 nuovi casi. Tutti i dati del bollettino del 19 dicembre

D'Amato: "Mantenere il massimo rigore ed evitare gli assembramenti durante lo shopping". Sale sopra 1 il valore dell'Rt, indice di trasmissibilità del virus

Su 15 mila tamponi nel Lazio si registrano 1.410 nuovi casi positivi, 41 decessi e un aumento di 1.939 guariti nelle ultime 24 ore. Se confrontati con i dati di ieri, venerdì 18 dicembre, diminuiscono i casi nuovi, quelli rilevati nelle 24 ore, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi risulta stabile al 9%. I casi a Roma città tornano sotto i 700 (631). Torna però sopra 1 il valore dell'Rt, ossia l'indice di trasmissibilità del virus, tra i parametri più importanti per valutare l'andamento generale del contagio. "Mantenere il massimo rigore - commenta l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato - ed evitare gli assembramenti durante lo shopping". Ecco di seguito i dati nel dettaglio. 

I casi a Roma città 

Nella Asl Roma 1 sono 297 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Ventidue casi sono ricoveri. Si registrano nove decessi 63, 81, 81, 82, 82, 85, 86, 86 e 94 anni con patologie. 

Nella Asl Roma 2 sono 246 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centocinque sono i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano tre decessi di 81, 82 e 87 anni con patologie. 

Nella Asl Roma 3 sono 88 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sei casi sono ricoveri. Si registrano due decessi di 69 e 92 anni con patologie. 

I casi in provincia

Nella Asl Roma 4 sono 58 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 84 e 85 anni con patologie. 

Nella Asl Roma 5 sono 134 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi di 62, 72, 74, 78 e 94 anni con patologie. 

Nella Asl Roma 6 sono 222 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Ventinove i casi con link a RSA Angeli Custodi di Nettuno e ventuno i casi con link a casa di riposo Domus S. Rita di Ardea. Sono in corso le indagini epidemiologiche. Si registrano sei decessi di  78, 79, 79, 81, 88 e 94 con patologie. 

I casi nel resto del Lazio

Nelle province si registrano 365 casi e sono quattordici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 159 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sette decessi di 66, 70, 87, 88, 89, 89 e 99 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 105 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano tre decessi di 66, 81 e 83 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 80 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Cinquanta i casi con link al convento di suore a Tuscania dove si è conclusa l’indagine epidemiologica. Si registrano quattro decessi di 74, 75, 83 e 91 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 21 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. 

Il valore Rt sopra 1

Il valore Rt, ossia l'indice di trasmissibilità del coronavirus, torna nella Regione sopra 1, catapultando il Lazio insieme a Veneto e Lombardia tra le tre regioni a più alto rischio chiusure del Paese. A dirlo è l'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità (Iss) relativo alla settimana 7 - 13 dicembre (aggiornati al 16). Il Lazio rientra quindi nel cosiddetto "scenario di tipo 2" su 4 totali che servono a individuare il grado di gravità generale del contagio, che sempre stando alla definizione dell'Iss, riguarda una "situazione di trasmissibilità sostenuta e diffusa ma gestibile dal sistema sanitario nel breve e medio periodo".

L'assessore alla Sanità Alessio d'Amato invita a "mantenere il massimo rigore". "La nota positiva - ha poi spiegato l'assessore - arriva dal calo del tasso di occupazione dei posti letto in area medica e delle terapie intensive. Migliora invece la capacità di indagine epidemiologica". 

"Nel Lazio il valore RT complessivo è all'1,04" fa poi sapere nel dettaglio l'Unità di crisi Covid della Regione Lazio. "Nella città di Roma sotto a 1 e precisamente a 0.98. L'RT nelle province: a Viterbo 0.53, a Latina 1.65, a Frosinone 1.04 e a Rieti 1.03. Migliora di 3 punti il tasso di occupazione dei posti letto di area medica e di 2 punti il tasso di occupazione dei posti letto di malattie intensive. In miglioramento la conclusione delle indagini epidemiologiche per ricerca contatti stretti al 93%. L'incidenza settimanale per 100 mila abitanti resta invariata".

Focolaio in un convento a Tuscania

"La Asl di Viterbo ha comunicato la positività di 50 suore del Convento di Tuscania (che si sommano alle 20 comunicate nella giornata di ieri). Si è conclusa l'indagine epidemiologica e sono state attivate tutte le misure di isolamento della struttura e di prevenzione al fine del contenimento della diffusione del virus". Sono quindi in totale 70 i casi di contagio nella struttura. Pochi giorni fa altri due focolai tra religiosi, uno a San Francesco di Bagnoregio, con 104 sorelle trovate positive, e un altro con 36 frati contagiati in un convento di Montefiascone. 

"Nel Lazio nessun problema per conservazioni vaccini Covid"

"Nel Lazio nessun problema sulla conservazione dei vaccini anti COVID-19. Già oggi il sistema è in grado di prendere immediatamente in carico 1 milione di dosi. Ci si sta attrezzando per aumentare ulteriormente la capacità. Tutte le province sono coperte. Inoltre, abbiamo previsto la possibilità di attivare "soluzioni dormienti" in grado di affrontare qualsiasi necessità con tutte le misure di sicurezza" lo comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

50.080 dosi di vaccino antinfluenzale

Sono state consegnate 50.080 dosi di vaccino antinfluenzale Fluenz Tetra, per la fascia di popolazione dai 2 ai 18 anni, da dare ai pediatri e ai centri vaccinali delle Asl. Lo fa sapere la Regione Lazio, spiegando che le dosi sono cosi' distribuite: 8.381 alla Asl Roma 1, 10.920 alla Asl Roma 2, 5.413 alla Asl Roma 3, 2.956 alla Asl Roma 4, 4.627 alla Asl Roma 5, 5.274 alla Asl Roma 6, 3.908 alla Asl di Frosinone, 5.000 alla Asl di Latina, 1.138 all Asl di Rieti e 2.462 alla Asl di Viterbo.

+++articolo aggiornato alle ore 16.30+++
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Roma 631 nuovi casi. Tutti i dati del bollettino del 19 dicembre

RomaToday è in caricamento