Coronavirus, a Roma 21 nuovi casi: sono 37 in totale nel Lazio. I dati Asl del 12 agosto

18 casi sono di importazione o di riguardano giovani di rientro dalle vacanze

Sono ventuno i nuovi casi di coronavirus a Roma, cinque in provincia della Capitale e undici nelle altre città del Lazio. In totale, quindi, sono 37 i nuovi contagi fatti registrare oggi 12 agosto di questi un caso proviene dal Cas Mondo Migliore di Rocca di Papa (Asl Roma 6) e 18 casi sono di importazione o di riguardano giovani di rientro dalle vacanze: tre di rientro da Malta, tre dalla Grecia, due da Ibiza, due da Barcellona, due casi dalla Francia, due casi dal Kosovo, un caso dall'Ucraina, un caso dalla Croazia, un caso dall'India e un caso dalla Romania. 

Oltre i contagi si registra da un decesso. A fare il punto della giornata l'assessore alla sanità del Lazio Alessio D'Amato: "Il valore RT nella valutazione settimanale è di 0.99 ma prevediamo un aumento dovuto ai casi di rientro dalle vacanze e dall'estero". 

Gli ultimi casi a Roma

Nella Asl Roma 1 sono nove i casi nelle ultime 24h e tra questi quattro casi sono un cluster di ritorno da un viaggio in Puglia, un caso di rientro da un viaggio a Malta. Un caso di una donna di rientro da un viaggio a Ibiza e un caso riguarda un uomo con link ad un caso già noto e isolato.

Nella Asl Roma 2 sono sei i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi con link familiare ad un caso già noto e isolato. Altri due casi sono moglie e marito con link ad un caso già noto e isolato. Un caso è di ritorno dalla Croazia e un altro caso di rientro dalla Grecia, per entrambi avviato il contact tracing internazionale.

Nella Asl Roma 3 sono sei i casi nelle ultime 24h e tra questi un caso di una donna di 38 anni e il figlio di 3 anni cittadini francesi in visita familiare, avviata l’indagine epidemiologica. Un caso riguarda una ragazza di 18 anni di ritorno da un viaggio a Malta e un caso di una ragazza di 19 anni di rientro da un viaggio a Corfù (Grecia)

I contagi nella provincia di Roma

Nella Asl Roma 5 sono due i casi nelle ultime 24h e tra questi un caso di una donna di rientro da Ibiza. Nella Asl Roma 6 sono tre i casi nelle ultime 24h e si tratta i una bambina di 8 anni con un link ad un caso di rientro da Ucraina. Un caso di un uomo di 60 anni di rientro da Malta avviato il contact tracing internazionale. A questi casi si aggiunge un caso positivo di un ragazzo di 20 anni registrato al Cas, Un Mondo Migliore di Rocca di Papa, dove è in corso l’indagine epidemiologica. Infine per quanto riguarda le province si registrano undici casi e zero decessi nelle ultime 24h. 

I casi nelle altre città del Lazio

Nella Asl di Latina quattro casi e si tratta di due casi che riguardano una coppia rientrata da Barcellona in corso il contact tracing internazionale, un caso di uomo di nazionalità indiana con link ad un caso già noto e isolato e un caso di un uomo di nazionalità rumena con link familiare a casi di rientro da Romania.

Sono tre i casi nella Asl di Frosinone e tra questi due casi con link familiare ad un caso già noto e isolato di rientro dal Kosovo.

Sono tre i casi nella Asl di Rieti e si tratta di un uomo di 55 anni di rientro dalle Marche, avviata l’indagine epidemiologica, due casi di un uomo di 56 anni e una donna di 31 anni hanno un link familiare con il cluster del centro estivo dove è in corso l’indagine epidemiologica.

Un caso nella Asl di Viterbo e si tratta di un ragazzo di 19 anni di rientro da un viaggio scolastico in Grecia, avviato il contact tracing internazionale.

I casi di coronavirus in tuta al Regione Lazio

Al momento sono 1121 gli attuali positivi al Covid-19 nel Lazio. Di questi, 190 sono ricoverati, 9 sono in terapia intensiva e 922 sono in isolamento domiciliare. Il numero dei morti, invece, da inizio pandemia è di 868 persone mentre sono 6931 i guariti in totale. Da marzo sono stati registrati 8920 casi in tutta la Regione.

Istituto Spallanzani: 42 pazienti positivi ricoverati, 3 in terapia intensiva

All’Istituto Spallanzani di Roma sono ricoverati “52 pazienti. Di questi 42 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, 10 sottoposti ad indagini. 3 pazienti necessitano di terapia intensiva”. Lo comunica, nel bollettino medico diffuso nel primo pomeriggio, l’Istituto nazionale per le malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” aggiungendo che “i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 577”.

21 contagi nel centro di accoglienza

Nel frattempo sono 21 i positivi nel centro di accoglienza Mondo Migliore di Rocca di Papa. Dagli esiti dei tamponi effettuati dall'ASL RM6.

Mentre si è ancora in attesa dei risultati di una piccola parte dei tamponi effettuati, i quali giungeranno nelle prossime ore. "Ringrazio le forze di polizia per aver istituito un piano di controllo diurno e notturno a garanzia del perimetro della struttura e a tutela di tutta la comunità - dichiara la Vicesindaco, Veronica Cimino - La linea resta chiara e restiamo in attesa del trasferimento immediato degli ospiti positivi in idonea struttura".

D'Amato ai giovani: "Non fatevi fregare dal Covid"

"Ai giovani dico: usate la mascherina e non fatevi fregare dal Covid". Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. "Bene il Ministero della Salute sui test rapidi sui rientri dalle zone europee ad alta incidenza come la Spagna" sottolinea l'assessore.

Eseguiti 180 test in un giorno, rientra l'allarme a Bellegra

In un momento in cui i focolai e le strategie di tracciamento dei contatti e di contenimento sono di grande attualità emerge un caso che si è risolto in maniera positiva con un metodo che si è rivelato efficace: nei giorni scorsi a Bellegra, comune in provincia di Roma di circa 3mila abitanti, l'allarme scattato per la positività di una persona tornata dall'estero che non sapendo di esserlo perché asintomatica, ha avuto contatti sociali, si è risolto nel giro di un giorno con l'effettuazione di 180 tamponi nei confonti dei cittadini potenzialmente a rischio, che hanno avuto esito negativo.

Ad effettuare i test è stata la multinazionale Dante Labs con sede all'Aquila e fondata da due giovani aquilani Andrea Riposati e Mattia Capulli, specializzata nel sequenziamento del Dna, che ha riconvertito gran parte dell'attività nella produzione di test e tamponi per rilevare contagi in tempi molti brevi, nel centro di genomica avanzata tra i più grandi d'Europa presso il Tecnopolo d'Abruzzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiornato alle 17:10 del 12 agosto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento