Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

D'Amato: "Dobbiamo consolidare il dato e non abbassare la guardia. Comportamenti come quelli visti a Roma nei grandi centri commerciali sono assurdi"

Sono 1306 i nuovi casi Covid a Roma nelle ultime 24 ore, numeri in linea con quelli di ieri quando i positivi erano 1333 e poco di più rispetto a quelli del 25 novembre, che erano 1139.

Oggi su oltre 24 mila tamponi nel Lazio (1612 in meno rispetto a ieri) si registrano 2276 casi positivi al Coronavirus (+16). Sono invece 69 i decessi e 1576 i guariti, un record. E' quanto emerge dal bollettino regionale del 27 novembre, in cui emerge come il rapporto tra i positivi e i tamponi sia al 9%.

La stima del valore Rt, invece, rimane stabile sotto a 1 (0.8). "Il virus rallenta, se confrontiamo il valore di questo ultimo venerdì del mese con il valore del primo venerdì del mese di novembre abbiamo 423 casi in meno. - spiega l'assessore alla sanità laziale Alessio D'Amato - Dobbiamo consolidare il dato e non abbassare la guardia. Comportamenti come quelli visti a Roma nei grandi centri commerciali sono assurdi, è come mettere benzina nel motore del virus. Se non vogliamo trovarci tra quindici giorni a richiudere tutto vanno evitati". 

27 novembre-2

I nuovi casi Covid a Roma: il bollettino del 27 novembre

Nella Asl Roma 1 sono 556 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Diciannove sono ricoveri. Si registrano diciassette decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 515 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Duecentododici sono i casi su segnalazione del medico di medicina generale. si registrano venti decessi con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 235 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano otto decessi con patologie. 

I contagi nelle province della Capitale

Nella Asl Roma 4 sono 97 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi con patologie.

Nella Asl Roma 5 sono 139 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 165 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sette decessi con patologie. 

569 casi e nove decessi nelle altre città del Lazio

Nelle province si registrano 569 casi e sono nove i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 260 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono ventisette i casi con link a RSA San Michele di Aprilia dove è in corso l’indagine epidemiologica. Si registrano tre decessi di 69, 80 e 88 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 151 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano tre decessi di 52, 83 e 87 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 73 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 87, 89 e 93 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 85 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto

Nel Lazio 87934 attuali positivi

Superano quota 87mila i casi positivi nel Lazio nelle ultime 24 ore: sono, infatti, 87934 gli attuali contagiati contro gli 87303 di giovedì. Diminuiscono di un'unità i ricoverati: sono 3407. Salgono di 3 unità il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono quindi 355.

Mentre sono 2284 i decessi rispetto ai 2215 del 26 novembre. Superano quota 23mila i guariti: sono infatti 23910, rispetto ai 22334 delle 24 ore precedenti. Il totale dei casi esaminati superano quota 114mila: sono infatti 114128.

Fiumicino, primo in Europa ad attivare corridoi "Covid tested" per voli con gli Usa

L'aeroporto di Fiumicino sarà il primo scalo in Europa ad attivare il 'Covid Tested', un corridoio sanitario sicuro tra Roma e gli aeroporti americani di New York JFK, Newark e Atlanta negli Stati Uniti, sostituendo per i passeggeri a bordo l'imposizione della quarantena fiduciaria all'arrivo in Italia con almeno un test molecolare o antigenico effettuato non più di 48 ore prima dell'imbarco e ad un ulteriore test ripetuto allo sbarco a Fiumicino, per maggiore sicurezza: il tutto grazie alla collaborazione di Aeroporti di Roma con Alitalia e Delta Air Lines.

Articolo aggiornato alle 16:50 del 27 novembre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento