Coronavirus, a Roma 1333 nuovi casi: sono 2260 nel Lazio. I dati Asl del 26 novembre

D'Amato: "Bisogna mantenere alta l'attenzione poiché la strada è ancora lunga e serve prudenza anche sul tema della riapertura delle scuole"

Aumentano, seppur di poco, i positivi al Coronavirus a Roma: secondo l'ultimo bollettino sono 1333 i nuovi casi Covid nella Capitale rispetto ai 1139 di ieri. Comunque meno a fronte dei 2509 del 24 novembre.

Oggi, su 26 mila tamponi nel Lazio (3272 in meno rispetto a ieri) si registrano 2260 casi positivi (+158). Sono invece 69 i decessi (+11) e 1253 i guariti in più nelle ultime 24 ore.

Sale nuovamente, di un punto percentuale, il rapporto tra i positivi e i tamponi fatti, ora all'8%. "La stima del valore rt rimane stabile sotto a 1, ossia a 0.8", sottolinea l'assessore alla sanità nel Lazio Alessio D'Amato che aggiunge: "Se raffrontiamo questo giovedì con i rispettivi giovedì del mese di novembre si conferma un trend in rallentamento poiché giovedì 5 novembre i casi erano 2735, il 12 novembre 2686 e il 19 novembre 2697 casi. Dunque nel raffronto con il primo giovedì del mese abbiamo 475 casi in meno. Bisogna comunque mantenere alta l'attenzione poiché la strada è ancora lunga e serve prudenza anche sul tema della riapertura delle scuole". 

26 novembre-2

I casi Covid a Roma del 26 novembre

Nella Asl Roma 1 sono 630 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Trentasei sono ricoveri. Si registrano sedici decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 571 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Duecentoventicinque sono i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano sedici decessi con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 132 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sette sono ricoveri. Si registrano sei decessi con patologie. 

I nuovi contagi nelle province di Roma

Nella Asl Roma 4 sono 76 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 5 sono 136 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 239 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Cinquanta i casi con link a casa di cura Villa delle Querce a Nemi. In corso l’indagine epidemiologica. Si registrano tre decessi con patologie.

476 casi nelle altre città del Lazio

Nelle province si registrano 476 casi e sono ventitre i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 180 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 66, 86, 91 e 98 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 154 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano sette decessi di 56, 74, 75, 77, 78, 78 e 92 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 60 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano nove decessi di 84, 85, 85, 85, 89, 90, 91, 94 e 96 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 82 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 94, 98 e 98 anni con patologie.

Nel Lazio 87303 attuali positivi

Superano quota 87mila i casi positivi nel Lazio nelle ultime 24 ore: sono, infatti, 87303 gli attuali contagiati contro gli  86565 di mercoledì. Aumentano leggermente i ricoverati: sono 3408 contro i 3348 di ieri. Sale di 3 unità il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono quindi 352.

Mentre, sempre rispetto al 25 novembre, sono 2215 (+ 67 morti nelle ultime 24 ore). Superano quota 22mila i guariti: sono infatti 22334, rispetto ai 20881 delle 24 ore precedenti. Il totale dei casi esaminati superano quota 111mila: sono infatti 111852.

Coronavirus: il bollettino dello Spallanzani del 26 novembre

In questo momento sono ricoverati all'Inmi Spallanzani di Roma "251 pazienti positivi al tampone per Sars-CoV-2. Sono 37 i pazienti ricoverati in terapia intensiva". Lo sottolinea il bollettino dello Spallanzani. Ieri i pazienti ricoverati erano 259 e quelli necessitavano di ossigeno erano 41. "I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono, a questa mattina, 1.341".

Tamponi Lazio: Lotito in procura ad Avellino

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, è stato convocato dalla Procura di Avellino come persone informata dei fatti nell'ambito dell'inchiesta sui tamponi di calciatori, familiari e staff della squadra processati dal centro polispecialistico avellinese Futura Diagnostica. Lotito è arrivato a Palazzo di Giustizia e sta rispondendo alle domande del procuratore aggiunto, Vincenzo D'Onofrio, e dei pm che seguono l'inchiesta. La convocazione di Lotito arriva il giorno dopo il deposito della perizia di ufficio ordinata dalla procura.

Scuola: oggi e domani dad davanti istituti a Roma

Il Coordinamento Studentesco del Terzo Municipio di Roma ha deciso di aderire alla campagna di Priorità alla Scuola Nazionale e Roma "School for future". Proprio per questo oggi dalle 8:15 alle 11 gli studenti e le studentesse saranno sotto la sede centrale del Liceo Nomentano, e venerdì 27 novembre, dalle 8.30 di mattina fino a conclusione delle lezioni, si incontreranno e faranno Dad davanti alla scuola Parini, struttura abbandonata nel quartiere del Tufello.

Articolo aggiornato alle 16:55 del 26 novembre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento