Attualità

Coronavirus, a Roma città 1467 casi. 2697 in totale nel Lazio. I dati Asl del 19 novembre

Il valore Rt scende sotto l’1 e si attesta a 0,9. Aumentano i tamponi e calano i decessi

Quasi 1500 nuovi casi di Coronavirus a Roma città (1467), ovvero più 162 rispetto alle 24 ore precedenti, ma con un aumento del numero dei tamponi (oltre 27mila nel Lazio nelle ultime 24 ore). 522 i nuovi positivi al Covid19 nei Comuni della provincia romana e 708 nel resto del Lazio. In totale sono 2697 i casi di SarsCov2 riscontrati nel Lazio alla data del 19 novembre. Un aumento dei tamponi che equivale anche ad un calo dei positivi e dei decessi (61, meno 19 rispetto a mercoledì). Numeri che fanno scendere il valore RT sotto a 1 (0,9). 

Il commento dell’assessore D’Amato 

“Diminuisce il tempo mediano tra la data di inizio sintomi e la data di diagnosi da 4 a 2 giorni - il commento dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato - . Bene l’indicatore del totale risorse umane dedicate all’attività di tracciamento. Il tasso di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva al 32% e quello di area medica per pazienti COVID al 49%. Non bisogna abbassare la guardia occorre ancora tempo’. 

Coronavirus 19.11.2020-2

Coronavirus a Roma: i dati del 19 novembre

Nella Asl Roma 1 sono 553 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Trentaquattro sono ricoveri. Si registrano diciassette decessi con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 656 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Duecentosettantacinque i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano diciotto decessi con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 258 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi con patologie. 

I casi nei Comuni della provincia 

Nella Asl Roma 4 sono 59 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 253 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 210 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono quattordici i casi con link alla comunità Villa San Gaetano a Genzano. Sono quarantuno i casi con link a RSA Mater Dei di Ariccia e diciannove i casi con link a casa di riposo La Francescana di Anzio. Sono in corso le indagini epidemiologiche. Si registrano quattro decessi con patologie. 

Covid19 nel resto del Lazio 

Nelle province si registrano 708 casi e sono tredici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 183 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 66, 83 e 88 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 337 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Nella Asl di Viterbo si registrano 92 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono quattordici i casi con link a Villa Margherita di Montefiascone dove è in corso l’indagine epidemiologica. Si registrano cinque decessi di 62, 84, 84, 85 e 100 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 96 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi di 74, 75, 88, 91 e 91 anni con patologie. 

Il bollettino dello Spallanzani del 19 novembre 2020

Come informano dall’ospedale Spallanzani nel conseuto bollettino quotidiano all’ospedale epidemiologico “sono ricoverati 249 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. 42 sono invece i pazienti in Terapia Intensiva”. A questa mattina, invece, i pazienti dimessi o trasferiti a domicilio o presso altre strutture, sono 1235”.  

Coronavirus nel territorio regionale 

Nel complesso sono 75541 i contagiati alla data del 19 novembre. 3103 i ricoverati non in terapia intensiva. 329 i pazienti in terapia intensiva. Sono invece 1880 le persone decedute. Superano quota 17mila i guariti: sono infatti 17361. Il totale dei casi esaminati alla data di oggi è di 94782 persone.

Adesione medici e pediatri a tamponi rapidi

Buone nuove arrivano dalla manifestazione di interesse per l’esecuzione dei tamponi rapidi. Sono infatti oltre 1700 i medici di famiglia e oltre 400 pediatri di libera che hanno aderito. "E' una buona adesione", commenta l'Unità di crisi Covid-19 della Regione. "Sono 1.737 i medici di medicina generali che hanno aderito - precisa la Regione - così suddivisi: 332 alla Asl Roma 1, 309 alla Asl Roma 2, 208 alla Asl Roma 3, 107 alla Asl Roma 4, 204 alla Asl Roma 5, 92 alla Asl Roma 6, 143 alla Asl di Frosinone, 191 alla Asl di Latina, 51 alla Asl di Rieti e 100 alla Asl di Viterbo". "Sono 421 i pediatri di libera scelta che hanno aderito, così suddivisi: 74 alla Asl Roma 1, 101 alla Asl Roma 2, 59 alla Asl Roma 3, 28 alla Asl Roma 4, 43 alla Asl Roma 5, 66 alla Asl Roma 6, 12 alla Asl di Frosinone, 15 alla Asl di Rieti e 23 alla Asl di Viterbo”.

Test rapidi e sierologici nelle farmacie

Da oggi giovedì 19 novembre, tutte le farmacie del Lazio saranno operative per effettuare i test antigenici rapidi e i test sierologici per rilevare il Coronavirus. “Sono state inviate nella giornata di ieri via pec le credenziali a tutte le farmacie per l'esecuzione dei test. Entro oggi tutte riceveranno il link per la registrazione dei flussi, elemento indispensabile per le notifiche e il monitoraggio alle Asl, e un breve manuale operativo". 

No alle visite domiciliari, ricorso al Tar

Nel frattempo è stato stato depositato mercoledì mattina, in Consiglio di Stato, il ricorso sulla sentenza del Tar del Lazio per le visite domiciliari dei medici di medicina generale". Lo ha comunicato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. Il Tar del Lazio aveva infatti stabilito che l'affidamento ai medici di Medicina generale dell'assistenza domiciliare dei malati di Covid19, le cosiddette Usca (Unità Speciali di Continuità Assistenziale), è in contrasto con la disciplina emergenziale attualmente in vigore. Il ricorso era stato avanzato dal Sindacato dei medici italiani (Smi) del Lazio. 

Nel frattempo si è chiuso il bando del Policlinico Umberto I rivolto a giovani medici abilitati ed agli specializzando. 896 le candidature avanzate (475 agli abilitati e 421 agli specializzandi). Per quanto concerne i Covid hotel sono 800 le camere della rete degli alberghi assistiti disponibili, di queste 418 sono attualmente occupate (poco sopra il 50%). 

Articolo aggiornato alle ore 17:20 del 19 novembre. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Roma città 1467 casi. 2697 in totale nel Lazio. I dati Asl del 19 novembre

RomaToday è in caricamento