Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Undicimila i tamponi eseguiti. 193 i contagi da SarsCov2 nella regione Lazio

Oltre 100 casi di Coronavirus a Roma città (108), 37 nei Comuni della provincia romana e 48 nelle città capoluogo della regione, dove si registra un focolaio in una RSA di Rieti. Sono 193 in totale i nuovi contagi da Covid19 nel Lazio, come comunicato dalle Asl territoriali all'assessorato alla Sanità di via della Pisana.

Coronavirus a Roma il 18 settembre 

Per quanto concerne Roma città, nella Asl Roma 1 sono 33 i casi nelle ultime 24h e di questi sei sono casi di rientro, tre con link dalla Sardegna, uno dalla Croazia, uno dall’Ucraina e uno dalla Francia. Nove sono casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato. Due i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 2 sono 63 i casi nelle ultime 24h e tra questi tredici i casi di rientro, cinque con link dalla Sardegna, tre dall’Ecuador, uno dalla Spagna, uno dalla Croazia, uno dal Messico e due con link alla comunità del Perù. Tredici sono i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 3 sono 12 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quattro casi di rientro, tre casi con link dalla Sardegna e uno dalla Germania. sei i contatti di casi già noti e isolati.

Covid19 nei Comuni della provincia di Roma

Nei Comuni della provincia romana, nel dettaglio: nella Asl Roma 4 sono 8 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi con link dalla Sardegna e sei contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 5 sono 19 i casi nelle ultime 24h e si tratta di cinque casi di rientro tre dalla Sicilia e due con link alla comunità del Perù. Quattro i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione e tre sono i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 6 sono 10 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso con link dalla Sardegna. Sei sono i contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. 

Coronavirus nel Lazio 

Nelle province si registrano 48 casi e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono sedici i casi e si tratta di sei casi di rientro, uno con link dalla Sardegna, uno dalla Campania, uno da Singapore, uno dalla Grecia, due dalla Sicilia. Due hanno un link al cluster del mercato ittico dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl di Frosinone si registrano cinque casi e si tratta di un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione e quattro contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Rieti si registrano quindici casi e si tratta di tredici casi con link ad un cluster in una RSA dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl di Viterbo si registrano dodici casi e si tratta di un caso di rientro dall’Ucraina e cinque contatti di casi già noti e isolati.

Il commento dell'assessore D'Amato 

"Su quasi 11 mila tamponi oggi nel Lazio - il commento dell'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato - si registrano 193 casi di questi 108 sono a Roma e zero i decessi. Nella valutazione del Ministero il valore RT è a 0.54". 

Il bollettino dello Spallanzani del 18 settembre

All’Istituto Spallanzani di Roma sono ricoverati “92 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. 7 pazienti necessitano di terapia intensiva”. Lo comunica, nel bollettino medico diffuso in mattinata, l’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani aggiungendo che “i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 690”. 

Task force sulle scuole 

“Su quasi 10 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 181 casi di questi 131 sono a Roma e due decessi - il commento dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato - . Il valore RT è a 0.54 e una valutazione di bassa diffusione. Oggi incontro in Regione con il prof. Crisanti per istituire una task force sulle scuole". 

Al via la nuova RSA pubblica di Zagarolo 

La Asl Roma 5 ha ricevuto dalla Regione Lazio il mandato a completare le ultime modifiche sugli aspetti organizzativi e pertanto dal 1° di ottobre aprirà la nuova RSA pubblica di Zagarolo. Dopo le RSA di Genzano e quella di Albano anche a Zagarolo apre i battenti una importante struttura pubblica presso l’ex presidio ospedaliero San Giovanni Battista.

“Una inaugurazione strategica che ci permette di potenziare l’offerta assistenziale territoriale alla popolazione con fragilità” commenta il Direttore generale della Asl Roma 5, Giorgio Santonocito.   

La struttura è dotata di 40 posti letto (articolati in due moduli di 20 posti letto ciascuno) di proprietà dell’Azienda e realizzata su una superficie complessiva di oltre 1.000 metri quadri, distribuiti su sei piani.

“La riqualificazione del Presidio di Zagarolo e conversione in RSA si inserisce in maniera organica e strutturale nella progettualità aziendale di riorganizzazione della rete del territorio, con offerta di servizi assistenziali proattivi, volti all’assolvimento sempre più ampio dei bisogni della popolazione a livello territoriale, anche nell’ottica di incrementare il grado di appropriatezza d’uso dell’ospedale e di facilitare le sinergie di deospedalizzazione verso le postacuzie, le strutture intermedie e non ultimo il domicilio” conclude Santonocito.

App Lazio Doctor

Lazio Doctor per il Covid è l’app lanciata dalla Regione Lazio per contattare il tuo medico quando hai necessità. Permette, inoltre, di consultare informazioni utili sul Covid-19 e connettere i pazienti con gli operatori sanitari e il numero verde 800118800.

Come specificano da Salute Lazio, "non si tratta di un servizio di emergenza e non sostituisce il servizio del Numero Unico delle Emergenze (NUE) 112/118 che deve essere attivato da parte del cittadino in caso di emergenza sanitaria.

Due robot per sanificare Università Teresianum

Come riporta l'Agenzia Dire, si è svolto questa mattina presso l'aula magna della pontificia facoltà teologica e il pontificio istituto di spiritualità Teresianum a Roma l'incontro dal titolo 'Le lezioni in tempo di coronavirus' in cui sono stati presentati i due robot che si occuperanno della sanificazione degli ambienti della pontificia facolta' teologica e il pontificio istituto di spiritualita' Teresianum. 

Padre Paolo, economo generale dei Carmelitani scalzi, ha voluto ricordare i motivi che hanno fatto ricadere la scelta proprio su questa tipologia di robot: "Li abbiamo scelti - ha dichiarato - perchè permettono una sanificazione profonda degli ambienti, ci permettono di farla in autonomia e per lungo tempo, a costi bassi visto che non usa prodotti chimici e per questo é anche ecologico".

Dal palco é intervenuta anche l'ing. Valentina Cordeschi della ditta costruttrice sottolineando come "i due robot si basano sulla tecnologia a ultravioletti grazie all'ausilio di due lampade una a 254 nanometri e l'altra a 185 nanometri che svolgono funzioni simili e complementari. Oltre ciò le macchine si avvalgono anche dell'ozono che va ad agire li' dove i raggi ultravioletti non arrivano, potenziando cosi' l'azione della macchina".

Subito dopo la conferenza è arrivato il momento di inaugurare i robot per vederli in azione. Il funzionamento appare semplice: prima mappano la stanza, poi iniziano l'igienizzazione che si interrompe qualora qualcuno dovesse entrare. Una volta che i robot hanno mappato tutte le sale, basterà rinominarle per fare in modo che, nelle sanificazioni successive, possa operare in maniera del tutto autonoma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo aggiornato alle ore 16:15 del 18 settembre 2020

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento