menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus a Roma e nel Lazio, il bollettino dei nuovi contagi: i dati del 25 marzo 2021

Roma città torna a quota 900. L’assessore D’Amato: “I tassi di occupazione dei posti letto sono poco sopra soglia”

Novecento casi di Coronavirus a Roma città, con un aumento di 346 positivi rispetto alle 24 ore precedenti (779). Incremento dei casi di Covid19 anche nei Comuni della provincia della Capitale (662 oggi a fronte del 447 di mercoledì), stabili i casi nei capoluoghi di provincia (492 con un aumento di 9 unità). Sono 2055 i nuovi casi di SarsCov2 nel territorio regionale alla data di giovedì 25 marzo, come si apprende dalle Aziende Sanitarie Locali, più 346 casi di SarsCov2 rispetto all''utimo bollettino delle Asl. 

Su oltre 16 mila tamponi nel Lazio (-489) - il commento dell’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato - e oltre 21 mila antigenici per un totale di oltre 38 mila test, si registrano 2.055 casi positivi (+346), 33 i decessi (+3) e +1.752 i guariti. Aumentano i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 12%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 5%. I casi a Roma città sono a quota 900. Venerdì notte apriremo le prenotazioni alla fascia di età 69-68 anni. Il valore RT è a 0.99 con una riduzione del numero dei focolai, l’incidenza è a 205 per 100 mila abitanti. I tassi di occupazione dei posti letto sono poco sopra soglia”. 

Coronavirus: il bollettino del 25 marzo 2021

Nel complesso sono 49061 gli attuali casi positivi al Covid19 alla data del 25 marzo nella regione Lazio. 1763 i ricoverati non in terapia intensiva. 355 i pazienti in terapia intensiva. Sono invece 6463 le persone decedute. 45943 i positivi in isolamento domiciliare. 219460 i guariti. Il totale dei casi esaminati alla data di oggi è di 274984.

Coronavirus 25.03.2021-2

Coronavirus a Roma 25 marzo 2021

Nella Asl Roma 1 sono 312 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono venticinque i ricoveri. Si registrano nove decessi con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 419 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sette decessi con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 170 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi con patologie. 

Coronavirus nei Comuni della provincia 

Nella Asl Roma 4 sono 188 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 5 sono 213 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 261 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie. 

Covid19 nel resto del Lazio

Nelle province si registrano 492 casi e sono nove i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 166 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl di Frosinone si registrano 168 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano otto decessi di 58, 64, 67, 70, 74, 75, 85 e 88 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 69 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 69 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 89 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. 

Il bollettino dello Spallanzani del 25 marzo 2021

Come informano dall’ospedale Spallanzani nel consueto bollettino quotidiano all’ospedale epidemiologico “sono ricoverati 200 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. 34 sono invece i pazienti in Terapia Intensiva”. A questa mattina, invece, i pazienti dimessi o trasferiti a domicilio o presso altre strutture, sono 2221. 

Lazio tra zona rossa e zona arancione

Vaccini anche di notte

Per quanto concerne la campagna vaccinale, da venerdì 26 marzo, nel Lazio, i vaccini anti Covid-19 si faranno anche di notte. Ad annunciarlo, con un tweet, è stato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: "Si comincia dall'hub dell'aeroporto di Fiumicino con un turno fino alle 24". "Piano, piano, e con la disponibilità delle dosi, amplieremo il turno serale anche su altri grandi hub", spiegano invece fonti della Regione. 

Ad oggi, secondo l'ultimo aggiornamento del contatore delle vaccinazioni anti-Covid della Regione, sono state effettuate nel Lazio 868.742 vaccinazioni in tutto il Lazio. L'88% degli over 80 ha già ricevuto la prima dose del vaccino e il 30% la seconda.

Esercizio fisico protegge da forme più gravi

Il corretto e costante esercizio fisico anche a casa, a tutte le età e soprattutto negli anziani, è uno scudo in più contro Sars-CoV-2. Evitare la perdita di tessuto muscolare connessa con l'invecchiamento riduce il rischio di conseguenze gravi dell'eventuale infezione da coronavirus, perché una buona massa muscolare favorisce una corretta risposta immunitaria. Avere muscoli in salute accelera anche il processo di guarigione e recupero, contrastando i principali sintomi della sindrome post Covid-19 che, stando a una ricerca condotta da geriatri del Day Hospital post-Covid della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs - Università Cattolica Campus di Roma, comporta stanchezza o affanno nell'87% dei pazienti che ne sono colpiti e che lamentano malessere persistente anche a distanza di settimane dalla risoluzione dell'infezione. L'esercizio fisico è perciò un vero 'farmaco salvavita', sia per ridurre il rischio di ammalarsi sia per superare al meglio la malattia in caso di contagio, tornando più rapidamente e meglio alla normalità. Lo sottolineano gli esperti in occasione della pubblicazione del volume 'Muscoli in salute. La chiave del benessere a tutte le età' (a cura di Silvia Di Maio e Federico Mereta - edizioni Gribaudo), a cui ha contribuito Francesco Landi, presidente della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg), direttore Uoc Riabilitazione e Medicina fisica della Fondazione Policlinico Gemelli e docente di medicina interna e geriatria alla Cattolica. Nel libro appena pubblicato, realizzato con il contributo della Fondazione Istituto Danone, gli esperti raccontano l'importanza dei muscoli per la buona salute a tutte le età e come prendersene cura, per diffondere conoscenza, prevenzione e sane abitudini. Il ricavato delle vendite sarà devoluto alla ricerca geriatrica della Fondazione Policlinico Gemelli.

Monitoraggio a La Sapienza

Incoraggianti i primi risultati del monitoraggio clinico post vaccinazione anti-Covid su oltre mille operatori sanitari all'università Sapienza di Roma. Il 53,7% dei partecipanti, infatti, non ha presentato nessun evento avverso dopo la vaccinazione. Il 46,3% degli arruolati nella ricerca ha riportato effetti collaterali lievi che sono iniziati dopo circa 12 ore e che, nella maggioranza dei casi, sono scomparsi dopo 24 ore, secondo lo studio promosso da 'Sapienza' e dall'Azienda ospedaliera universitaria Policlinico Umberto I. A un mese dalla seconda dose di vaccino Pfizer-Biontech, "il dato che emerge chiaramente è che gli eventi avversi dopo la vaccinazione sono di scarsa o nulla rilevanza clinica", sottolinea la Sapienza in una nota.

Made with Flourish

Made with Flourish
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento