Attualità

Coronavirus a Roma e nel Lazio, il bollettino dei nuovi contagi: i dati del 27 aprile 2021

I casi a Roma città sono a quota 400. D'Amato: "Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive"

Meno di 500 casi di Coronavirus a Roma città (498), poco più di 200 nei Comuni della provincia capitolina (210) e 231 nel resto del territorio regionale. Sono 939 i casi di Covid19 registrati nella regione Lazio alla data di oggi 27 aprile. Meno 25 casi rispetto al totale delle 24 ore precedenti nonostante un aumento considerevole dei tamponi effettuati (4533), come si evince dai dati diffusi nel consueto bollettino quotidiano reso noto dalle Aziende Sanitarie Locali. 

"Su oltre 15 mila tamponi nel Lazio (+4.533) e oltre 24 mila antigenici per un totale di oltre 39 mila test, si registrano 939 casi positivi (-25), 34 i decessi (-10) e +1.350 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive - il commento dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato - . Il rapporto tra positivi e tamponi è a 5%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 2%. I casi a Roma città sono a quota 400. Il 29 aprile alla mezzanotte apriamo la prenotazione per le età 59/58 (ovvero i nati nel 1962 e 1963). Prosegue l’indagine epidemiologica della Asl di Latina su comunità Sikh, al momento nessun rilevamento di variante indiana, ma mantenere alta l’attenzione"

Coronavirus: il bollettino del 27 aprile 2021

Nel complesso, alla giornata del 27 aprile sono 46178 gli attuali casi positivi Coronavirus nella regione Lazio. Di cui 43492 sono in isolamento domiciliare, 2369 sono ricoverati non in terapia intensiva, 317 sono ricoverati in terapia intensiva. 7588 sono i pazienti deceduti e 266635 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 320401 casi. 

Coronavirus 27.04.2021-2

Coronavirus a Roma: il bollettino 

Nella Asl Roma 1 sono 180 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 216 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 102 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie.

Covid19 nei Comuni della provincia di Roma 

Nella Asl Roma 4 sono 66 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 88 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 56 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie. 

Coronavirus nel resto del Lazio 

Nelle province si registrano 231 casi e sono dieci i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 83 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 74 e 93 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 76 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano cinque decessi di 70, 71, 73, 90 e 92 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 46 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso 87 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 26 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 73 e 78 anni con patologie. 

Il bollettino dello Spallanzani del 27 aprile 2021

All'Inmi Spallanzani di Roma sono ricoverati "163 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2". Lo evidenzia il bollettino odierno, il numero 453, dell'Istituto per le malattie infettive. "Sono 32 i pazienti ricoverati in terapia intensiva - aggiungono i medici - Quelli dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono, a questa mattina, 2527".

La mappa dei contagi quartiere per quartiere

La campagna vaccinale 

Nel frattempo prosegue la campagna vaccinale, "Un cittadino su quattro della popolazione target del Lazio ha ricevuto la prima somministrazione di un vaccino. Circa il 12% ha ricevuto doppia dose. Il totale delle somministrazioni effettuate ad oggi sfiora 1.780.000". L'assessore alla Sanita' del Lazio, Alessio D'Amato, ha fatto il punto sulla campagna di vaccinazione del Lazio in occasione del presentazione del certificato vaccinale digitale. "Per quanto riguarda la popolazione over 80, siamo a oltre il 99% con la prima somministrazione e il 79% con la seconda dose effettuata - ha spiegato -. Abbiamo messo a disposizione dei medici di medicina generale gli elenchi dei vaccinati e dei prenotati in modo da effettuare un recall su coloro che non si sono prenotati o non hanno chiesto la vaccinazione domiciliare".

La seconda dose del vaccino 

Passando alla fascia 70/79 anni "il 70% ha effettuato la prima dose e il 20,6% anche la seconda", scendendo ai 60/69 anni "la prima dose e' stata fatta dal 60% dei prenotati e la seconda dal 12%. Stanotte abbiamo aperto la fase quattro delle prenotazioni, che riguarda gli under 60 con comorbidita', cioe' l'esenzione per patologie: hanno gia' prenotato oltre 25mila utenti - ha aggiunto D'Amato -. Il 29 aprile alle 24 partiremo con le prenotazioni per la fascia 59/58 anni senza patologie, e poi andremo a ritroso per le altre fasce, sia per quelle con patologie che senza. È un doppio binario che scorrera' parallelo".

La variante indiana del Coronavirs

Ultima preoccupazione nella lotta al Coronavirus arriva dalla cosiddetta variante indiana del Covid19. Aspetto sul quale è intervento all'Adnkronos Salute il direttore dell'Inmi Spallanzani di Roma, Francesco Vaia: "Non bisogna terrorizzare e rincorrere le varianti facendo preoccupare l'opionione pubblica. Il virus muta continuamente, quindi noi dobbiamo isolare le mutazioni, studiarle e adattare gli strumenti che abbiamo, i vaccini e le terapie innovative, per contrastare anche le mutazioni. In questo momento serve positività". 

Test su comunità sikh a Latina 

I tamponi finora fatti sulla comunità Sikh della provincia di Latina "sono tutti negativi alla variante indiana - ha aggiunto il direttore dell'ospdale epidemiologico della via Portuense -. "Stiamo continuando nella sorveglianza attiva e con gli esami dei tamponi, ma al momento zero casi variante indiana". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Roma e nel Lazio, il bollettino dei nuovi contagi: i dati del 27 aprile 2021

RomaToday è in caricamento