Attualità

Coronavirus, a Roma monumenti off limits: chiudono San Pietro e la Fontana di Trevi

Fontana di Trevi è stata circondata da transenne che chiudono l'accesso al monumento, mentre la piazza è rimasta aperta

Immagine di repertorio

Basilica e Piazza San Pietro chiuse per coronavirus.  Fontana di Trevi e il percorso pedonale gratuito del Teatro Marcello.Le nuove e più restrittive misure adottate fino al 3 aprile servono per evitare la diffusione del Covid-19. Scelte che vanno a braccetto con le misure del nuovo Dcm che vieta, che le altre cose, assembramenti negli spazi aperti, anche in luoghi come piazza di Spagna e non solo nelle aree della movida di Roma.

Una decisione, quella di chiudere i monumenti, presa in accordo dal corpo di Polizia Locale di Roma Capitale. Fontana di Trevi è stata già circondata da transenne che chiudono l'accesso al monumento, mentre la piazza è rimasta aperta. A quanto si apprende, in accordo con la Sovrintendenza capitolina anche l'ingresso al percorso pedonale intorno al Teatro Marcello sarebbe ora vietato.

Per quanto riguarda San Pietro, invece, tutti i servizi restano però inagibili. "La farmacia e il supermercato dell'Annona restano aperte, ma con ingressi contingentati", spiega una nota ufficiale del Vaticano. Mentre da oggi, "in via precauzionale, resteranno chiuse - si legge - l'unità mobile delle Poste Vaticane in Piazza San Pietro, i due punti vendita della Libreria Editrice Vaticana, il Servizio Fotografico de L'Osservatore Romano, che rimarrà comunque accessibile online, e il magazzino di abbigliamento".

"La mensa per i dipendenti sarà chiusa al pubblico da domani, 11 marzo, quando invece sarà attivato un servizio di consegna pasti su richiesta delle diverse realtà ed enti della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano. Tali misure - conclude il comunicato - resteranno in vigore, salvo nuove indicazioni, fino al 3 aprile 2020".

Novità anche per la viabilità: le zone a traffico limitato del Centro storico e del Tridente di Roma resteranno aperte tutto il giorno da domani fino al 3 aprile. La decisione presa dalla sindaca Virginia Raggi, di concerto con la Giunta capitolina, servirà per agevolare gli spostamenti di chi ha bisogno di muoversi in città per ragioni di lavoro o per altre situazioni di necessità.

Le auto potranno quindi circolare liberamente, senza limiti di orario, nelle Ztl del Centro storico e del Tridente, fatta eccezione per gli orari notturni di chiusura previsti nel fine settimana, che restano invariati.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Roma monumenti off limits: chiudono San Pietro e la Fontana di Trevi

RomaToday è in caricamento