Vax Day Coronavirus: la carica dei 130 vaccinati, fra loro una intera famiglia di medici

Il piano vaccinazione proseguirà lunedì 28 dicembre con gli operatori sanitari delle Asl di Roma e di alcuni ospedali

Gli operatori sanitari vaccinati allo Spallanzani

Un giorno storico per Roma, per l’Italia e per il resto d’Europa. Domenica 27 dicembre 2020 verrà infatti ricordato come il Vax-Day, ovvero la giornata della speranza in cui sono state somministrate le prime dosi di vaccino contro il Coronavirus allo Spallanzani. Un luogo simbolo, dove “tutto ha avuto inizio”, come spiegato dal ministro della Salute Roberto Speranza.

I primi cinque vaccinati allo Spallanzani 

Primi a ricevere il vaccino Pfizer-Biontech cinque operatori sanitari dell’Inmi. Fra loro la giovane Claudia Alivernini, infermiera 29enne romana divenuta il simbolo di questa campagna di vaccinazione grazie al “suo gesto d’amore”. Oltre a lei al nosocomio epidemiologico altri quattro colleghi: le dottoresse Alessandra D'Abramo e Alessandra Vergori, la professoressa Maria Rosaria Capobianchi (tra i medici che isolarono il virus) e l’operatore sanitario Omar Altobelli.

Vaccinazioni che sono poi proseguite nel corso di domenica. A fine giornata sono stati 130 i vaccini somministrati al personale sanitario dell’Istituto e alle unità mobili USCAR fra cui una intera famiglia di medici marito, moglie e figlia. Si tratta della famiglia Magnanelli che ha aderito alle unità mobili sin dalla loro costituzione.

Vaccino obiettivo simbolico

Vax Day che ha trovato il commento dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato: “L’obiettivo simbolico del V-Day con le 130 vaccinazioni presso l’Istituto Spallanzani è stato raggiunto. Il vaccino anti Covid19 è stato eseguito sugli operatori sanitari dell’Istituto e i medici che operano nelle unità mobili Uscar. Una giornata storica e piena di significato che ha visto due figure simbolo come Claudia Alivernini e Omar Altobelli. Sono stati la prima donna e il primo uomo a ricevere il vaccino. La prima e giovane infermiera dell’Istituto Spallanzani con il suo sguardo fiero sull’assistenza e il secondo che ci ha emozionati con la sua commozione che ha saputo trasmettere insieme all’attenzione verso il prossimo. Non poteva esserci inizio migliore. E’ tutto pronto le vaccinazioni che proseguiranno nella giornata di domani nelle province di Rieti e Viterbo e nella Asl Roma 1, Asl Roma 2, Asl Roma 3 nonché nei policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù”.

Il piano vaccinazione a Roma e nel Lazio 

Piano vaccinazione nel Lazio che riprenderà lunedì 28 dicembre quando sarà la volta dei primi operatori sanitari della Asl Roma 1, Asl Roma 2, Asl Roma 3, Policlinico Umberto I, Azienda Ospedaliera Sant’Andrea, Policlinico Tor Vergata, Policlinico Gemello, Campus Biomedico e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù. Questo l’elenco dei prossimi vaccinati. 

Asl Roma 1

Enrico Di Rosa (medico), Rosaria Nappi (assistente sanitario), Loredana Puglia (infermiera), Emanuela Saponieri (infermiera) e Marco Sereni (infermiere).

Asl Roma 2

Stefano Chiari (infermiere), Federica Trani (medico), Simona Cuomo (infermiera), Serena Schilizzi (medico) e Ruggiero Mango (medico).  

Asl Roma 3

Vincenza Di Sarno (infermiera), Carmela Mugnos (infermiera), Daniela Reggiani (infermiera), Massimo Morosetti (medico) e Silvio Sirio (infermiere).

Policlinico Umberto I

Gloria Sarcina (infermiera), Mario Piazzola (medico), Katia Bruno (medico), Enrico Mauriello (infermiere) e Maria D’Esimio (infermiera). 

Ospedale Sant'Andrea

Alessia Buschi (infermiera), Sara Della Valle (infermiera), Rita Bonfini (medico), Sabrina Dormi (infermiera) e Laura Francavilla (infermiera). 

Policlinico Tor Vergata

Massimo Andreoni (medico), Paolo Patarca (medico), Annamaria Sant’Andrea (infermiera), Giuseppina Rita Somma (medico) ed Ermanno Puxeddu (medico).

Policlinico Gemelli

Andrea Cambieri (medico-direttore sanitario), Carmen Nuzzo (dirigente infermieristico), Marco Ruggiu (infermiere), Raffaella De Sesto (infermiera) e Leonora Balzanti (infermiera). 

Campus Biomedico

Elisa Pierfederici (infermiera), Daniele Armiento (medico), Antonio Lorenzo (infermiere), Luciano Lo Corriere (medico) e Felice Eugenio Agrò (medico - anestetista). 

Ospedale pediatrico Bambino Gesù

Anna Chiara Vitucci (medico), Martina Di Giuseppe (medico), Vincenzo Camisa (medico) e Lucia Avati (infermiera). 

Vaccino all'ospedale San Camillo De Lellis

Il 28 dicembre verranno somministrati i primi vaccini al personale sanitario nelle province del Lazio nord, Rieti e Viterbo. Questi i primi 5 operatori a cui verrà somministrato il vaccino nella provincia di Rieti all'ospedale San Camillo De Lellis: Sara Miele (infermiera), Elio Naviganti (infermiere), Sara Di Sabantonio (infermiera), Donatella Novelli (infermiera) e Massimiliano Angelucci (medico). 

Vaccino all'ospedale Belcolle

Questi i primi 5 operatori a cui verrà somministrato il vaccino nella provincia di Viterbo, all'ospedale Belcolle: Paola Perugi (infermiera), Silvia Acquilanti (medico), Giulio Starmini (medico), Giuseppe Cimarello (medico) ed Elisa Santori (medico).

Martedì 29 dicembre verranno somministrati i primi vaccini al personale sanitario nelle province del Lazio sud, Frosinone e Latina. 

Vaccino all'ospedale Spaziani

Nella provincia di Frosinone, all'ospedale Spaziani i cinque operatori sanitari saranno: Antonella Campana (medico specializzando), Franca Nardone (assistente sociosanitario), Paolo Ceccano (infermiere), Marina Sebastiani (medico) ed Eugenio Giangrande (medico).

Vaccino all'ospedale Santa Maria Goretti 

Infine, i primi 5 operatori a cui verrà somministrato il vaccino nella provincia di Latina, all'ospedale Santa Maria Goretti: Serena Freguglia (infermiera), Francesca Maggiarra (infermiera), Irene Fanuli (medico), Tiziana De Filippis (infermiera) e Giulia Restuccia (medico).

Distribuzione nel Lazio

Nel Lazio le dosi disponibili saranno 955. Il 28 dicembre i vaccini saranno somministrati nell'Asl di Rieti (40 dosi), Asl di Viterbo (40 dosi), Asl Roma 1 (80 dosi), Asl Roma 2 (80 dosi), Asl Roma 3 (50 dosi), Campus Bio-medico (20 dosi), Gemelli (50 dosi), ospedale pediatrico Bambino Gesù (30 dosi), Tor Vergata (30 dosi), Umberto I (50 dosi) e Sant'Andrea (20 dosi). il 29 dicembre all'Ifo (30 dosi), San Camillo (50 dosi), San Giovanni (40 dosi), Asl di Frosinone (40 dosi), Asl di Latina (40 dosi), Asl Roma 4 (40 dosi), Asl Roma 5 (40 dosi), Asl Roma 6 (40 dosi) e Ares 118 (15 dosi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento