Coronavirus, Spallanzani: "Nessun morto per Covid-19 a Roma". I casi positivi nel Lazio sono 84

La Regione Lazio: "E' negativa la prima tranche dei test al Covid-19 effettuati sugli operatori sanitari del Policlinico di Tor Vergata"

FOTO ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

Sono saliti i casi positivi di coronavirus nel Lazio secondo i dati diffusi dalla Regione. Numeri che hanno superato quota 84 e contano, tra gli altri, anche il Governatore Nicola Zingraetti ed un paziente "complesso" arrivato il 3 marzo nell'ospedale del San Filippo Neri di Roma mentre risulta negativa "la prima tranche dei test al Covid-19 effettuati sugli operatori sanitari del Policlinico di Tor Vergata".

Non solo. Ad Ardea una donna di 90 anni, con patologie pregresse, è morta: era risultata positivia al Coronavirus. A darne notizie è stata la Regione Lazio con una nota diffusa tramite la Asl Rm 6. L'anziana era ricoverata alla clinica Sant'Anna di Pomezia. 

Due anziane morte nel Lazio: i casi di Latina e Fondi

Lo Spallanzani: "Nessun morto per Covid-19 a Roma"

A Roma la situazione è comunque sotto controllo. Lo ha detto il direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani Francesco Vaia a margine del bollettino quotidiano: "Nella Capitale nessuno è morto per il coronavirus, anzi ci sono guariti da gravissime polmoniti bilaterali interstiziali. Ribadiamo ancora una volta che si può guarire da questa malattia".

L'ospedale di via Portuense sottolinea, quindi, che le vittime sono decedute per "patologie pregresse", alle quali si è aggiunto il coronavirus. 

Il punto dalle Asl di Roma: due medici positivi

La Regione ha poi fatto un punto sulla situazione delle varie Asl nella Capitale. La Asl Roma 1 ha intercettato un caso positivo Casa della salute Prati-Trionfale, poi trasferito allo Spallanzani. "Gli operatori hanno agito in sicurezza ed è il primo caso intercettato da una struttura della rete teritoriale", si legge. 

Nella Asl Roma 2 due medici positivi, 89 persone uscite dalla quarantena e 460 persone in sorveglianza domiciliare. La Asl Roma 3 ha comunicato di avere 192 persone negative in sorveglianza domiciliare e 8 dimessi dallo Spallanzani che proseguono percorso domiciliare. Nella Asl Roma 4 ci sono 90 persone in sorveglianza domiciliare e 2 ragazzi di Civitavecchia in attesa di test con polmonite mentre nella Asl Roma 5 3 positivi al Covid 19 e 97 in sorveglianza domiciliare.

cats-76

Coronavirus, le notizie delle Asl del Lazio

La Regione ha comunicato, a Cassino, il decesso di un uomo di 75 anni positivo al Covid 19. "Era autonomo fino al giorno precedente il ricovero. Era affetto da cardiopatia ipertensiva e aritmia extrasistolica. Grave dispnea in poche ore e febbre, condotto in ospedale. Iniziale stabilizzazione con supporto respiratorio e poi improvviso decesso", si legga.

A Frosinone la Asl comunica di aver attivato 7 posti di terapia intensiva e 6 posti aggiuntivi di malattie infettive. "Ci sono "80 in sorveglianza domiciliare. Attivata consegna domiciliare dei farmaci per pazienti fragili". A Rieti la Asl annuncia 3 posti in più in terapia intensiva mentre a Latina è in corso una verifica su 12 posti a pressione negativa in più".

Raggi ai romani: "E' il tempo della responsabilità. Ce la possiamo fare"

Anche Roma e romani, vista l'emergenza, sono chiamati a cambiare lo stile di vita come suggerisce il nuovo Decreto firmato dal premier Giuseppe Conte. La sindaca di Roma Virginia Raggi, con un video messaggio sul suo profilo Facebook, ha voluto lanciare un messaggio ai romani: "Il nostro primo obiettivo è frenare il contagio. Questo è il tempo della responsabilità. Per ripartire insieme e più forti di prima. Io confido nella nostra comunità. So che ce la possiamo fare".

La prima cittadina ha anche mandato un messaggio di vicinanza agli imprenditori: "Ci sono alcune categorie più vessate: mi riferisco ai commercianti, agli operatori del comparto del turismo, agli albergatori, alle guide. Stanno soffrendo una crisi senza precedenti. Insieme a loro capiremo quali sono le manovre più urgenti da mettere in atto". (Qui il video messaggio completo della sindaca Raggi). 

Atac vieta ingresso su bus da porta anteriore

Non solo la sanificazione straordinaria dei mezzi, anche Atac corre ai ripari. L'azienda dei trasporti del Comune ha infatti disposto che a partire da lunedì 9 marzo il personale di guida, salvo casi di emergenza, non aprirà la porta anteriore delle vetture per le quali non è disponibile l'accesso separato alla cabina guida. Sarà consentito l'utilizzo della porta centrale e/o posteriore. 

Coronavirus, musei chiusi a Roma

A Roma chiusi i musei. In ottemperanza  del decreto del presidente del Consiglio dei Ministri si fermano i teatri e tutti i luoghi e gli istituti della cultura, così come gli spettacoli che sono sospesi. Stop alle attività anche per Palazzo delle Esposizioni, Casa del Cinema, Biblioteche e tutte le visite alle Domus Romane di Palazzo Valentini. 

Zingaretti positivo: verifiche su chi è venuto a contatto con lui

La notizia della positività di Nicola Zingaretti al coronavirus, ha messo in agitazioni le istituzioni romane e non solo. "La Asl sta contattando le persone che mi sono state più vicine al lavoro per i colloqui e le verifiche del caso", ha detto lo stesso Zingaretti nel video in cui ha annunciato il contagio.

I membri della Giunta e lo staff più stretto del Presidente sono stati sottoposti al tampone. I risultati hanno dato esito negativo. Ha avuto esito positivo un tampone effettuato sulla segretaria di Zingaretti al Partito democratico. 

Coronavirus, sport a porte chiuse: i provvedimenti

Il piano della Regione per limitare i contagi

La Regione Lazio, dal canto suo, ha inve promosso una serie di misure per limitare i contagi. Dalle chiusure dei centri anziani, fino alla cancellazione di eventi sportivi e, in campo medico, all'ampliamento dei presidi che avranno il compito smistare l'emergenza, come si legge nell'ordinanza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

La terapia intensiva dedicata al coronavirus nel Lazio avrà 150 posti letto in più, il Columbus Gemelli sarà infatti il secondo centro per il Covid-19 e ci sarà il raddoppio dei posti allo Spallanzani. 

"Questi posti letto in più sono un numero che non ha pari in Italia - ha detto l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato - Aumenteremo i posti letto nei prossimi giorni, facendo un'altra scelta strategica. Accanto allo Spallanzani, ospedale Covid 1, il Columbus del Gemelli sarà Covid-2.‎ La rete dei laboratori del Lazio andranno a supporto dello Spallanzani".  

Damiano Tommasi: "Fermiamo il campionato"

Coronavirus: chiuse piscine, palestre e centri benessere nel Lazio

La Regione ha anche emanato una ordinanza ad hoc. Oltre ad imporre il divieto di spostamenti e viaggi, è "disposta inoltre la sospensione delle attività fino a nuove disposizioni di piscine, palestre e centri benessere", si legge.

"Quarantena" e sorveglianza sanitaria per chi arriva dalla Lombardia e dalle province della cosiddetta "zona rossa". "L'ordinanza è emessa nel rispetto dei ruoli istituzionali", dichiarano in una nota congiunta l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato ed il vicepresidente, Daniele Leodori. 

Il supporto dell'ospedale Israelitco

In queste ore anche l'Ospedale Israelitico di Roma è sceso in campo per dare supporto al Servizio sanitario nazionale per fronteggiare l'emergenza Covid-19. "Nello specifico - si legge in una nota diffusa dalla struttura - l'Ospedale Israelitico sta lavorando in sinergia con l'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani e i Pronto soccorso di tutta Regione Lazio, ottemperando alle disposizioni del presidente della Regione Lazio".

"L'ospedale continuerà a garantire il funzionamento dei servizi - si precisa - e in particolare le prestazioni nei confronti di pazienti urgenti e oncologici, ma al fine di supportare al meglio il Ssn nella gestione complessa dell'emergenza non potrà accogliere ricoveri provenienti da domicilio senza eccezione alcuna".

D'Amato chiama Gallera: "Siamo in guerra"

"Siamo in guerra". Così l'assessore della sanità nel Lazio Alessio D'Amato ha commentato sui social la telefonata avuta con l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera: "E' una battaglia comune, esprimiamo vicinanza agli operatori sanitari. Le priorità sono l'assunzione rapida di personale, l'acquisizione dei dispositivi di protezione, delle tecnologie e dei ventilatori meccanici. Bisogna fare presto. Siamo in guerra, dobbiamo essere uniti".

Pronti 2 milioni di euro per lo smart working

Due milioni di euro per favorire lo smart working. È questa la nuova misura che sta mettendo in campo la Regione Lazio per aiutare le imprese a proseguire la loro attività e permettere ai lavoratori di lavorare da casa in questo momento di emergenza epidemiologica. 

Lo annuncia il presidente Nicola Zingaretti nell'ambito delle misure per il sostegno al mondo delle imprese vista l'emergenza per il coronavirus.

Angelus di Papa Francesco in streaming

L'Angelus di Papa Francesco e l'udienza generale di mercoledì 11 marzo, per arginare il più possibile il rischio di contagio da Covid-19, saranno trasmessi in streaming da Vatican News e sugli schermi in piazza San Pietro

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo fa sapere il Vaticano spiegando che "relativamente agli eventi dei prossimi giorni, la preghiera dell'Angelus del Santo Padre di domani avverrà dalla Biblioteca del Palazzo Apostolico e non in piazza, dalla finestra".

Aggiornato alle 18:45 dell'8 marzo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento