menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ANSA/FABIO FRUSTACI

FOTO ANSA/FABIO FRUSTACI

Coronavirus, superati i 600 casi nel Lazio. Positivo al Covid-19 bimbo di 5 mesi: sta bene

La zona del quadrante sud est di Roma resta quella più colpita con 109 casi positivi dall'inizio dell'epidemia. Apre il 'Covid 3 hospital' a Casal Palocco. Posti letto anche al Celio

Trenta nuovi casi positivi al coronavirus a Roma, altri 27 nella provincia. Sono 84 complessivamente i nuovi casi nel Lazio. E' quanto emerge dai dati della Regione Lazio che raccontanto anche di 4 decessi, nelle ultime ore, mentre i guariti salgono a 33. Numeri che, complessivamente, hanno toccato quota 607 pazienti positivi al Covid-19 nella regione del centro Italia.

"A Roma e nel Lazio siamo di fronte a un incremento contenuto grazie ai comportamenti virtuosi dei cittadini", ha sottolineato Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani, commentando i numeri con cauto ottimismo mentre al Bambin Gesù è risultato positivo al coronavirus un bimbo di cinque mesi. I medici rassicurano che è in "buone condizioni".

Coronavirus, i dati dalle Asl di Roma e provincia del 17 marzo

I dati delle Asl di Roma raccontano come, nelle ultime 24 ore, ci siamo stati 7 nuovi casi nel territorio compreso nei municipi coperti della Asl Roma 1; altri 14 nell'area sud-est e 9 nella zona di Ostia e Fiumicino, dove è deceduto anche "un uomo di 86 anni con patologie pregresse", rende noto la Asl Roma 3. In provincia dati positivi arrivano dal litorale nord e dall'area che comprende Tivoli, Colleferro, Guidonia, Monterotondo, Subiaco, Palestrina.

Meno, invece, dalla Asl Roma 6 (quella dei Castelli, di Pomezia, Anzio e Nettuno), dove in uno solo giorno ci sono stati 15 nuovi casi positivi al Covid-19.

Per quanto riguarda gli altri comuni del Lazio, a Latina è morta una donna di 55 anni, era la prima paziente positiva del comune pontina e veniva da Cremona. A Frosinone, invece, è morto un uomo di 89 anni di Cassino con gravi patologie preesistenti. La Asl di Viterbo fa sapere che è "deceduta una donna di 78 anni che era ricoverata allo Spallanzani".

Coronavirus: le altre notizie della giornata

A Roma si viola ancora il Dcpm: le scuse più assurde

I supermercati saranno chiusi alle 19

Europei rinviati al 2021

La nuova autocertificazione è online

Parchi chiusi a Roma: Raggi fa le ispezioni

I fumatori sono i più a rischio terapia intensiva

Scontro tra Regione e sindaca Raggi sui posti in terapia intensiva

Sciopero dei lavoratori Amazon

Sulla Roma Nord orario ridotto e corse soppresse

A Castelverde cittadini senza acqua: "Usiamo quella del pozzo"

Al via i blocchi stradali dei vigili a Roma

Autista Atac positivo al coronavirus

Fondi città a rischio: il sindaco chiude tutto 

Da oggi chiuso il Terminal 1 di Fiumicino

Le mascherine per i vicini di casa: il regalo dei bambini cinesi

La Roma surreale di chi guida i bus

Lo stop dei mezzi alle 21 e le difficoltà dei lavoratori ospedalieri

A Roma tutti in fila per donare il sangue

Nicolò, rider ai tempi del coronavirus

Cambiano le regole per i rifiuti domestici

Cinque Covid hospital a Roma

Cinque Covid Hospital a Roma per limitare il picco di casi positivi al coronavirus nel Lazio previsto nei prossimi giorni. E' questo il piano della Regione che sta gestendo l'emergenza sanitaria del momento avvalendosi anche dell'esperienza dei medici dell'ospedale Spallanzani, polo principale per la lotta al virus.

La Regione, nel frattempo, dopo aver attivato il Covid 2 Hospital Columbus con 32 posti letto di malattie infettive e ulteriori 21 posti letto di terapia intensiva (a regime saranno un totale 133 posti), ha annunciato l'accordo con un istituto clinico privato per l'apertura del Covid 3 che sarà a Casal Palocco

"E' stata l'ordinanza per istituire al Covid Hospital 3 i primi 12 posti di terapia intensiva. A regime saranno 36 posti di terapia intensiva piu 44 di degenza ordinaria. È partito oggi, con il trasferimento dei primi 10 pazienti positivi, il Covid Hospital 5 presso il Policlinico Umberto I - presidio George Eastman. I pazienti trasferiti, tutti positivi, vengono dalla Asl di Frosinone e dall'Azienda Ospadaliera Sant'Andrea", si legge in una nota. Pronto, presto, anche il Covid Hospital 4 che sarà nella torre 8 del policlinico di Tor Vergata.

Non solo. L'istituto Spallanzani, come Hub, a partire da domani avrà a disposizione anche ulteriori posti letto di degenza infettivologica e di terapia intensiva saranno attivati già nei prossimi giorni presso il Policlinico Militare Celio.

Già pronti i primi posti letto a Casal Palocco

L'ordinanza c'è, come detto, e mercoledì 18 marzo saranno già operativi i primi 12 posti di terapia intensiva a Casal Palocco come ha spiegato il gruppo GVM Care & Research che gestisce la clinica priva dell'entroterra di Ostia.

Saranno messi a disposizione anche 20 posti di degenza ordinaria, integrati a seguire con ulteriori 18 letti di terapia intensiva e 18 di sub-intensiva, più 30 letti di degenza ordinaria. Con una complessiva disponibilità possibile di 30 letti di terapia intensiva, 18 letti di sub intensiva e 50 letti di degenza ordinaria. 

"Non esiste differenza tra ospedalità pubblica e privata in un frangente così difficile per il Paese", ha sottolineato Ettore Sansavini, Presidente GVM Care & Research. 

Zingaretti: "Stiamo costruendo il sistema straordinario della sanità del Lazio" 

Il governatore Nicola Zingaretti, su Twitter, plaude alle nuove forze messe in campo: "Abbiamo dato una risposta eccezionale. Grazie a tutti gli operatori che sono in prima linea con generosità".

Dentro il Covid 2: parla il Dg del Policlinico Gemelli

Il presidente della Regione poi rilancia su Facebook: "In pochi giorni stiamo costruendo senza sosta il sistema straordinario della sanità del Lazio per fronteggiare il coronavirus".

A Fiumicino attivo servizio psicologico a distanza

Il Comune di Fiumicino ha arrivato il servizio psicologico a distanza. "Sono davvero molto orgogliosa – commenta l'Assessora alle Politiche Sociali Anna Maria Anselmi – di annunciare che da oggi sarà attivo il progetto 'Restiamo in Contatto', progetto nato per dare sostegno psicologico a chi ne avesse bisogno, sostegno utile a superare paure e stati d’ansia generati da questa grave situazione, dalla quarantena, dall’isolamento e dalla solitudine. Ringrazio di cuore le associazioni e le cooperative che hanno reso possibile ciò. Il Comune, in collaborazione con la cooperativa Mobidi, l’associazione Vivere Fregene, la cooperativa sociale Evolution Social Group , la GS Flames Gold, mette a disposizione i professionisti del settore al servizio della comunità". Per chi ne avesse bisogno è possibile inviare  una email a questo indirizzo: emergenza.restiamoincontatto@gmail.com

Aggiornato alle 18:12 del 17 marzo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento