menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa

Foto Ansa

Coronavirus, a Roma 787 nuovi casi: sono 1613 nel Lazio. I dati dell'8 gennaio

D'Amato: "In questa ultima settimana sono raddoppiati il numero di nuovi focolai di trasmissione in particolar modo relativi ad ambito familiare"

Sono 787 i nuovi casi di Coronavirus a Roma, 54 in più rispetto quelli fatti registrare ieri. Oggi nel Lazio, su oltre 12mila tamponi (275 in più rispetto al 7 gennaio), ci sono 1.613 casi positivi in tutta la regione, ossia 166 in meno rispetto alle 24 ore precedenti.

Sono invece, 45 decessi e 1.636 guariti. "Il rapporto tra positivi e tamponi scende così al 12%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 4,5%", afferma l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato.  

"Il Lazio è tra le grandi regioni quella che è sempre rimasta in zona gialla, ma questo non significa un semaforo verde anzi bisogna aumentare il rigore poiché l'andamento potrebbe peggiorare. - aggiunge D'Amato - In questa ultima settimana sono raddoppiati il numero di nuovi focolai di trasmissione in particolar modo relativi ad ambito famigliare ed è aumentata la percentuale di positività nei tamponi effettuati. Questo ci deve portare alla massima cautela".

8 gennaio-2

Made with Flourish

Made with Flourish

I contagi a Roma e provincia dell'8 gennaio 

Nella Asl Roma 1 sono 303 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Tredici sono ricoveri. Si registrano otto decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 344 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centotrentasei sono i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano diciotto decessi con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 140 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sei sono ricoveri. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 4 sono 47 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 5 sono 157 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 178 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano otto decessi con patologie. 

444 casi nelle altre città del Lazio

Nelle province si registrano 444 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 132 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 77 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 127 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 69 e 88 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 91 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Dieci i casi con link a casa di riposo Maria Cappelli di Corchiano dove è in corso l’indagine epidemiologica. Si registra un decesso di 88 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 94 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 92 anni con patologie

Quanti dosi di vaccino sono state fatte nel Lazio 

Nel Lazio, stando ai dati aggiornati alle 12 di oggi sono 53.606 le dosi di vaccino anti Covid-19 somministrate. Secondo i dati diffusi dall'Unità di crisi della Regione Lazio, l'azienda sanitaria di Roma che ha effettuato più vaccini è la Asl Roma 6 con 4.909 dosi, seguita dall'Asl Roma 5 (4.764), dall'Asl Roma 2 (4.695), dall'Asl Roma 1 (4.508), dall'Asl Roma 4 (2.543) e dall'Asl Roma 3 (2.305).

Tra i capoluoghi di provincia è in testa l'Asl di Frosinone con 5.162 dosi somministrate, seguita da Viterbo (2.895), Latina (2.781) e Rieti (1.328). Per quanto riguarda gli ospedali, la struttura con più dosi somministrate è il Policlinico Gemelli con 2.544, seguito dal Policlinico Umberto I (2.449), dall'ospedale San Camillo (2.441) e dal San Giovanni Addolorata (2.311).

Potenziamento terapie intensive

Come informano dalll’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio, "è in pieno svolgimento il piano per il potenziamento delle terapie intensive Covid. Saranno altri 85 i posti a disposizione attraverso moduli aggiuntivi opportunamente provvisti di tutte le tecnologie e di questi 20 posti aggiuntivi sono già pronti e disponibili presso l’Istituto Spallanzani. Il completamento dei restanti posti di terapia intensiva è previsto come termine ultimo entro la metà di febbraio. Intanto prosegue a pieno regime la campagna di vaccinazione. Alle ore 12 di oggi sono 53.606 le dosi di vaccino anti Covid somministrate nel Lazio”.

Il bollettino dello Spallanzani dell'8 gennaio 2021

All’Istituto Spallanzani di Roma sono ricoverati “203  pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. 32 pazienti necessitano di terapia intensiva”. Lo comunica, nel bollettino medico diffuso in giornata l’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani aggiungendo che “i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 1708”. 

"Su oltre 12mila tamponi nel Lazio (- 3.078) si registrano 1779 casi positivi (- 228), 43 i decessi (+ 6) e + 1579 i guariti. Diminuiscono i casi che tornano sotto quota 2mila, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive - il commento dell'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato -. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14%. I casi a Roma città tornano a quota 700". 

Articolo aggiornato alle 16:55 dell'8 gennaio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento