menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus a Roma e nel Lazio, il bollettino dei nuovi contagi: i dati del 4 marzo

Nel Lazio sono 36.043 i casi attualmente positivi a Covid-19, di cui 1.860 ricoverati, 241 in terapia intensiva

Salgono sopra i 700 i contagi da Coronavirus a Roma. Sono infatti 726 i nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore nella Capitale, a fronte della media dei 640 degli ultimi tre giorni. Oggi su oltre 13 mila tamponi nel Lazio (1.271 meno di ieri) e oltre 20 mila antigenici per un totale di oltre 33 mila test, si registrano 1.702 casi positivi: ossia 182 più del 3 marzo.

In un giorno, inoltre, sono stati segnalati 22 decessi e 1.426 guariti. "Diminuiscono i decessi, mentre aumentano i casi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 12%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 5%", commenta l'assessora alla sanità laziale Alessio D'Amato che spiega: "Il valore Rt a 0.98, calano i decessi, aumentano i nuovi focolai, e sono stabili i tassi di occupazione dei posti letto". 

Stando all'ultimo aggiornamento, nel Lazio sono 36.043 i casi attualmente positivi a Covid-19, di cui 1.860 ricoverati, 241 (+4 rispetto a ieri) in terapia intensiva e 33.942 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 197.642, i decessi 5.997 e il totale dei casi esaminati è pari a 239.682.

4 marzo-2

Made with Flourish

I casi Covid a Roma del 4 marzo 

Nella Asl Roma 1 sono 368 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono otto i ricoveri. Si registrano quattro decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 299 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono centoventisei i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano sei decessi con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 59 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie.

Oltre 400 casi nelle altre province dei Roma

Nella Asl Roma 4 sono 116 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 5 sono 86 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 213 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi con patologie.

561 nuovi casi nelle altre città del Lazio

Nelle province si registrano 561 casi e sono quattro i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 178 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl di Frosinone si registrano 243 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 77 e 92 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 23 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl di Rieti si registrano 117 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 77 e 88 anni con patologie

Il bollettino dello Spallanzani del 4 marzo

In questo momento sono ricoverati all'Inmi Spallanzani di Roma 134 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov-2. Lo evidenzia il bollettino dell'Istituto capitolino per le malattie infettive. Sono 24 i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Mentre a questa mattina sono 2.076 i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali.

Farmaco anti-artrite 'arma' in più per forme gravi

Il farmaco utilizzato per la terapia dell'artrite reumatoide baricitinib costituisce uno strumento in più nella terapia delle forme serie e critiche di Covid-19. Lo sostiene un editoriale del 'New England Journal of Medicine', firmato da Delia Goletti, responsabile dell'Unità di ricerca traslazionale del Dipartimento di Epidemiologia e Ricerca preclinica dell'Istituto nazionale malattie infettive (Inmi) Spallanzani di Roma, e da Fabrizio Cantini, direttore del reparto di Reumatologia dell'Ospedale Santo Stefano di Prato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento