Coronavirus, durante il lockdown romani virtuosi: cresciuta del 25% la raccolta del vetro

Nel mese di aprire raccolte 5700 di vetro. Grazie alle famiglie romane compensato quasi interamente il calo per le utente non domeniche rimaste chiuse

Una raccolta rifiuti da record. Confinati a casa per evitare il diffondersi del contagio da nuovo Coronavirus, i romani hanno dato il meglio di sé nel differenziare i rifiuti. Particolarmente sorprendente è stato il dato sulla raccolta del vetro.

Nel mese di aprile, la frazione conferite nelle campane verdi, è salita del 25% rispetto all’anno precedente. Sono state infatti quasi 5700 le tonnellate di vetro che i cittadini hanno correttamente avviato allo smaltimento, con un incremento di quasi 1166tonnellate rispetto allo stesso periodo nello scorso anno.

Il risultato si somma alla buona performance che era stata registrata anche a marzo. Complessivamente nei due mesi avviati a riciclo più di 10500 tonnellate di contenitori, con un incremento del vetro che è stato del 17,9% rispetto al bimestre marzo-aprile 2019. La crescita, particolarmente significativa, è stata doppiamente apprezzata. Oltre a dimostrare un miglioramento nelle capacità dei romani di conferire i rifiuti, ha permesso anche di compensare quasi del tutto il calo fisiologico della raccolta delle utenze non domestiche. A causa del lockdown infatti, bar, ristoranti, pizzerie non hanno infatti potuto garantire il consueto contributo.

“Il risultato della raccolta del vetro in crescita nel secondo mese di lockdown – ha sottolineato l’amministratore di AMA Stefano Zaghis – indica che forse i cittadini romani hanno consumato nell’ultimo periodo maggiori quantitativi di prodotti in commercio con contenitori in vetro. Sicuramente hanno prestato molto più attentamente alla separazione dei rifiuti riciclabili e al corretto conferimento dei rifiuti, consegnandoci materiali differenziabili anche di maggiore qualità. E’ estremamente importante, da adesso, che nessuno dimentichi queste giuste attenzioni e i buoni comportamenti adottati per il rispetto dell’ambiente”.

Il dato positivo sulla raccolta separata del vetro si aggiunge a quelli registrati anche da altre frazioni della differenziata, in particolare l’incremento degli scarti alimentari e organici raccolti da AMA e conferiti dalle famiglie nei contenitori domiciliari e nei cassonetti stradali. Informazioni che confermano la sensazione espressa dalla Sindaca che, commentando le condizioni delle strade cittadine, ha dichiarato che "Roma non è mai stata pulita pulita come nella fase 1 del Coronavirus".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

  • Coronavirus, a Roma troppi casi dal Bangladesh: D'Amato chiede più controlli sui "voli internazionali"

Torna su
RomaToday è in caricamento