Coronavirus: stop a pub, cinema, teatro e discoteche anche a Roma. Ecco cosa prevede il nuovo decreto

Le disposizioni sono attive in tutta Italia. "Sono consentite le attività di ristorazione e dei bar, con obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpresonale di almeno un metro"

Non solo il nord Italia, ma tutto il Paese è chiamato a cambiare il proprio stile di vita per combattere il contagio da coronavirus. Il premier Giuseppe Conte, a tarda notte, ha firmato un nuovo decreto del presidente del Consiglio (Dpcm) che limita le possibilità di movimento.

Non è un "divieto assoluto" e non si bloccano treni e aerei ma sarà possibile muoversi solo se necessario. Il decreto nelle limitazioni nazionali prevede di limitare gli spostamenti in tutta Italia: "Si raccomanda di limitare la mobilità al di fuori dei propri luoghi di dimora abituale ai casi strettamente necessari".

Stop a pub, cinema e teatri fino al 3 aprile

Sempre con riferimento alle regole applicabili a livello nazionale, il Dpcm prevede che sull'intero territorio nazionale "sono sospese fino al 3 aprile le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati".

Ancora: "sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro". Sospesi anche i congressi, i meeting e le riunioni in cui è coinvolto il personale sanitario. 

Bar e ristoranti con limitazioni

Lo svolgimento delle attività di ristorazione e dei bar sono consentite, "con obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpresonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione", si legge nel punto E dell'articolo 2 del Decreto.

Scarica il nuovo Decreto fino al 3 aprile

Nuovo Decreto, le scuole chiuse

Le scuole, come da precedente decreto, resteranno chiuse fino al 15 marzo (al momento). Confermato lo stop alle gite e i viaggi di istruzione, questi fino ai primi di aprile.

A preoccupare sono soprattutto gli esami di Stato, terza media e Maturità che potranno subire modifiche, anche se al momento questa ipotesi non è contemplata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento