menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
 I camion della Pfizer partiti dal Belgio - EPA/OLIVIER HOSLET

I camion della Pfizer partiti dal Belgio - EPA/OLIVIER HOSLET

Coronavirus, esercito e forze dell'ordine a presidio dei vaccini anti Covid: le dosi saranno scortate nel Lazio

Le dosi di vaccino giungeranno allo Spallanzani di Roma il 26 dicembre. Pronti 11 aerei, 73 elicotteri e oltre 360 autoveicoli dell'Esercito

È stato avviato oggi a Roma, il piano per le attività di presidio e scorta nel Lazio dei primi vaccini anti Covid in vista del 'Vaccin-day' del 27 dicembre. Il Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi, insieme all'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato e alle forze dell'ordine, ha di fatto dato il via al piano di presidio dei siti di stoccaggio regionali del Lazio, nonché alle attività di scorta da parte delle forze dell'ordine, per la distribuzione delle dosi nelle varie province della Regione Lazio.

A dare manforte dal piano di vigilanza, anche lo Stato Maggiore della Difesa con l'operazione Eos che si occuperà della distribuzione delle dosi in tutta Italia. L'hub principale per lo stoccaggio delle dosi per tutto il Paese, sarà presso l'Aeroporto di Pratica di Mare da dove partiranno per raggiungere i 21 'Sub Hub', strutture militari dislocate in tutte le Regioni che garantiscono le necessarie misure di sicurezza. Da qui partiranno per essere consegnati ai siti di somministrazione. Il piano prevede l’utilizzo di 11 aerei, 73 elicotteri e oltre 360 autoveicoli. L'organizzazione logistica contempla anche l'utilizzo degli shelter frigo in dotazione alla Difesa.

Le 9.750 dosi in arrivo a Roma

Circa 10mila i primi vaccini (9.750 dosi nello specifico) che arriveranno allo Spallanzani di Roma, tra il 25 e il 26 dicembre.  Una volta suddivisi per tutte le regioni italiane, partiranno le consegne in tutto il Paese in vista del 27 per il 'V-Day' dove all'Inmi dello Spallanzani saranno somministrati i primi cinque vaccini anti-Covid a altrettanti dipendenti dell'Istituto e precisamente: una infermiera, un operatore socio sanitario (OSS), una ricercatrice e due medici. La prima vaccinata, in ordine di tempo, sarà l'infermiera 29enne Claudia Alivernini.

L'operazione Eos per il trasporto dei vaccini

Le 9.750 dosi arrivate allo Spallanzani saranno poi distribuite in tutta Italia. A dare manforte per questa operazione alle forze di polizia, ci sarà anche l'Esercito che darà il proprio contributo con l'operazione Eos. Secondo quanto apprende RomaToday da fonti militari, l'Arma dei Carabinieri fornirà il servizio di scorta ai movimenti via terra.

Le dosi, saranno prima stoccate presso l'ospedale Spallanzani di Roma e poi distribuite nelle altre regioni. Dall'Istituto di Roma, una parte dei vaccini sarà trasportata a Pratica di Mare dove 5 aerei (due C27J dell'Aeronautica, due Dornier Do. 228 dell'Esercito e un P-180 della Marina) raggiungeranno le mete più lontane. I restanti vaccini raggiungeranno le destinazioni via terra con un impegno complessivo di 60 autoveicoli e circa 250 militari.

covid esercito-2

Le successive dosi di Pfizer, così come previsto dal Piano Vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla struttura commissariale in accordo con le Regioni. Nella seconda fase, non appena disponibili i vaccini delle altre case farmaceutiche (AstraZeneca, Moderna, etc), le forze armate in base alle indicazioni fornite dal Commissario Straordinario saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.

"Per entrambe le tipologie di vaccini, in accordo alle richieste del servizio sanitario regionale e locale, la Difesa prevede di costituire, inoltre, delle postazioni vaccinali fissi e mobili attraverso la riconversione dei 'Drive Through Difesa', attualmente operativi in tutta Italia per effettuare i tamponi e contribuire, insieme al Ministero della Salute, all'attività di screening", ha sottolineato il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini questa mattina presso l'Aeroporto militare di Pratica di Mare.  

Le dosi disponibili nel Lazio

Nel Lazio, lo ricordiamo, le dosi disponibili al momento saranno 955. Il 28 dicembre i vaccini saranno somministrati nell'Asl di Rieti (40 dosi), Asl di Viterbo (40 dosi), Asl Roma 1 (80 dosi), Asl Roma 2 (80 dosi), Asl Roma 3 (50 dosi), Campus Bio-medico (20 dosi), Gemelli (50 dosi), ospedale pediatrico Bambino Gesù (30 dosi), Tor Vergata (30 dosi), Umberto I (50 dosi) e Sant'Andrea (20 dosi). il 29 dicembre all'Ifo (30 dosi), San Camillo (50 dosi), San Giovanni (40 dosi), Asl di Frosinone (40 dosi), Asl di Latina (40 dosi), Asl Roma 4 (40 dosi), Asl Roma 5 (40 dosi), Asl Roma 6 (40 dosi) e Ares 118 (15 dosi). 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento