Coronavirus Roma, Ostia si stringe intorno a Diego: valanga di messaggi per il gestore del pub positivo al Covid

Casa Clandestina, il pub di via San Quirico, è chiuso dalla sera del 14 ottobre, ovvero da quando il gestore è stato ricoverato in ospedale

Foto del pub Casa Clandestina - Le immagini dal profilo Facebook del locale

Sono centinaia i messaggi di sostegno per Diego Gianella, il 31enne di Ostia risultato positivo al Coronavirus e ricoverato presso l'ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, in terapia intensiva, sedato con ventilazione polmonare. Il ragazzo, gestore del pub Casa Clandestina, nelle ultime ora sembrerebbe aver risposto bene alle prime cure dei medici: è iniziato la terapia al plasma ed è stabile. 

E sul Facebook sono centinaia i messaggi per sostenere Diego Gianella nella sua battaglia. "Tieni duro Diego. Non hai mai mollato sinora non farlo adesso. I ragazzi della nostra Ostia hanno bisogno anche di te", scrive Cinzia. 

"Oh sbrigati a riprenderti testina, che il calore che dai tu ad Ostia è vitale", è l'incoraggiamento di Erika.

"Ci conosciamo da quasi 15 anni, abbiamo condiviso tante battaglie prima con la politica e poi col volontariato con la nostra associazione. Ci siamo perfino scontrati a volte per via dei nostri caratteri diversi. Ricordo ancora le uscite, le bevute e i giri nella tua punto azzurra malandata che soprannominavi la BatGianella. Il mio pensiero è che persone che come te non fanno solo il bene di chi ti sta intorno, ma di tutta Ostia e più. Non mollare che a questo mondo servi ancora", si legge nel post di Danilo.

E poi le foto, e gli immancabili hashtag "tralllalle" e "fiducia" che hanno sempre accompagnato Diego nelle sue lotte per il sociale.

Il 31enne, infatti, è conosciuto nel territorio lidense, perché molto attivo nelle attività di volontariato locale. Si era candidato alle ultime amministrative del X Municipio con la lista 'Laboratorio Civico X' per il candidato presidente Franco De Donno .

Gianella è noto anche il suo impegno verso i più bisognosi del territorio, considerata la sua collaborazione con la struttura della Caritas di Ostia: portava pasti caldi con il suo camper stillizzato, diventando un punto di riferimento per queste persone bisognose.

Tre anni fa balzò agli onori della cronaca anche per aver subito una aggressione da un gruppo di giovani fascisti di Ostia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento