menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nessun contagio per le suore del Vannini: negativi tutti i tamponi

Il focolaio è concentrato solo all'interno della struttura di Grottaferrata

Sono risultate tutte negative al tampone le suore che lavorano come caposala all'Ospedale Madre Giuseppina Vannini di Torpignattara. Un sospiro di sollievo nell'ambito dell'emergenza Coronavirus di Roma e del Lazio. Dopo la notizia della positività dell'intero Istituto Figlie di San Camillo di Grottaferrata era infatti scattato l'allarme per le religiose che lavorano come infermiere presso il nosocomio di Torpignattara. 

Presso l'ospedale prestano infatti servizio le suore dello stesso ordine. La loro residenza è però diversa da quella delle contagiate: vivono infatti in via Labico. Spiegava ad Avvenire Suor Bernadette Rossoni, postulatrice generale delle Figlie di San Camillo: "In quanto casa generalizia, la struttura di Grottaferrata non si occupa direttamente della missione per cui sono nate le Figlie di San Camillo, l’assistenza sanitaria"

Perché i tamponi allora? Secondo quanto si apprende la necessità sarebbe sorta perché una delle contagiate sarebbe entrata, nelle scorse settimane, in contatto con le colleghe di via Labico. In via cautelativa si è provveduto alla tamponatura. L'esito dei tamponi ha fugato ogni dubbio. 

Permane l'isolamento dell'Istituto di via Anagnina. Il focolaio è concentrato solo all'interno della struttura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento