menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio: ex libreria Fanucci

foto archivio: ex libreria Fanucci

Coronavirus, riaprono le librerie: guanti e mascherine obbligatori, tempo limite per girare tra gli scaffali

Dalla Regione Lazio e i rappresentanti dei librai un vademecum di dieci punti per la riapertura elle librerie del 20 aprile: ecco le regole da rispettare

Nessuna permanenza prolungata tra gli scaffali, erogatori di igienizzante a disposizione della clientela e l’obbligo per tutti di indossare i guanti oltre che di utilizzare dispositivi per coprire naso e bocca evitando così l’eventuale diffusione del contagio da Coronavirus. Lunedì 20 aprile nel Lazio e dunque anche a Roma riaprono le librerie ma le regole per aggirarsi tra saggi, opere e volumi saranno stringenti. 

Coronavirus, lunedì 20 aprile riaprono librerie

La Regione Lazio ha adottato, dopo averlo condiviso con i rappresentanti dei librai del Lazio, un vademecum in dieci punti che permetterà la riapertura delle librerie con l’aumento degli standard di sicurezza per gli esercenti, i dipendenti e i clienti.

"La proroga dell’apertura al 20 aprile è stata pensata proprio per permettere una ripresa dell’attività con standard di sicurezza aumentati e a questo mirano le misure del decalogo" - hanno fatto sapere dalla Pisana.

All’interno delle librerie dovrà essere mantenuto il distanziamento interpersonale in tutte le attività del personale e dei clienti. Nei locali, nei quali dovranno essere assicurati adeguata aereazione naturale e ricambio d’aria, dovranno essere garantiti interventi di pulizia e igiene ambientale almeno due volte giorno ed in funzione dell’orario di apertura. 

Coronavirus, tra i libri con guanti e mascherine

Prescrizioni anche per dipendenti e clientela. Il personale, per tutto il tempo di permanenza nella libreria, dovrà utilizzare mascherine e guanti monouso. 

Ogni libreria dovrà poi avere, così si legge nei punti del vademecum per la riapertura, “ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani (preferibilmente a induzione automatica)”. In particolare i sistemi devono essere disponibili all’ingresso e all’uscita della libreria, accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento. 

All’ingresso della libreria devono essere disponibili per i clienti, oltre al gel igienizzante, anche guanti monouso che dovranno essere indossati, insieme a dispositivi per coprire naso e bocca, durante tutto il tempo di permanenza tra gli scaffali. 

Coronavirus, ingressi scaglionati in libreria

Accessi regolamentati e scaglionati secondo le seguenti modalità: per locali fino a quaranta metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori; per locali di dimensioni superiori, l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita e disponendo eventuale segnaletica a terra per garantire il distanziamento interpersonale. 

Spetterà al personale della libreria fornire completa informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa dell’entrata e raccomandare, anche mediante esposizione di cartellonistica all’ingresso, di non sostare tra gli scaffali oltre il tempo limite stabilito e di richiedere eventualmente il supporto del personale per una più veloce ricerca dei libri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento