Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Coronavirus Lazio, i contagi aumentano ancora. D'Amato: "Vaccinarsi prima di partire per le vacanze"

L'assessore alla sanità laziale: "Sale ancora il numero di nuovi positivi ma rimane bassa la pressione sugli ospedali"

Foto Ansa

I contagi da Coronavirus crescono ancora a Roma e nel Lazio. In tutta la regione, in un giorno, sono quasi raddoppiati dai 297 di venerdì ai 500 di sabato. Stesso discorso per la Capitale che, dal 13 al 17 luglio, ha fatto registrare complessivamente 1132 nuovi contagi, basti pensare che nelle settimane precedenti era dal 25 al 31 maggio che la Capitale non sforava il tetto dei mille nuovi positivi al Covid. Colpa, oltre che del dilagarsi della variante Delta, anche della "variante" Europeo con i focolai in aumento tra Monteverde e Corso Trieste. 

L'indice Rt e l'incidenza nel Lazio sono in incremento, rispettivamente a 0,81 e 16,9 su 100mila abitanti. Per i cambi di colore delle regioni, tuttavia, i parametri sono cambiati e ad oggi peserà di più il tasso di ospedalizzazione. Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza, venerdì nel consueto rapporto dell'Iss: "In una fase caratterizzata da un livello importante di vaccinazione è ragionevole che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento pesi di più il tasso di ospedalizzazione rispetto agli altri indicatori".

La notizia buona, è che nel Lazio il virus avanza, ma i ricoveri non corrono alla stessa velocità. Un dato importante che potrebbe diventare cruciale per evitare alla regione di passare in zona gialla, nonostante i numeri sempre più alti dei contagiati e dei parametri in rialzo come l'indice Rt o l'incidenza dei casi per numero di abitanti.

In base al report diffuso da Iss e ministero il 16 luglio nessuna Regione o provincia autonoma, infatti, supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o in area medica. Tuttavia bisogna tenere presente che l'ingresso in terapia intensiva avviene a distanza rispetto alla diagnosi, quindi nei prossimi giorni si potrà valutare meglio la gravità dei casi che sono in aumento.

"Vaccini prima delle vacanze"

"Ci attendiamo un ulteriore peggioramento. I nuovi casi aumentano di circa l'80% rispetto alla settimana scorsa e l'età mediana si attesta a 23 anni", evidenzia l'assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato che aggiunge: "La pressione sugli ospedali fortunatamente resta bassa. Rinnovo il mio appello a vaccinarsi o a completare il percorso vaccinale prima di partire per le vacanze". Anche perché il virus non è sconfitto, circola anche all'aperto e 9 persone su 10 ora contagiate con la variante Delta non hanno la doppia dose di un qualsiasi farmaco anti Covid. 

La "variante" Europeo 

Che la curva dei contagi sia in risalita è dimostrato anche dai nuovi focolai come il cluster che si è avuto dopo Italia-Belgio e Italia-Spagna quando, in un pub nella zona di Monteverde, sono state contagiate più di 90 persone. In due settimane il dato, in base a quanto rende noto l'Asl Roma 3, è passato da 16 contagiati agli oltre novanta di oggi di cui 13 secondari (in amici e familiari degli avventori o dipendenti). Il range di età del cluster si attesta tra i 14 e i 60 anni, con un'età media dei contagiati di 21 anni. La semifinale ha colpito anche a corso Trieste. La Asl Roma 1 ha confermato ci sono almeno 30 positivi e sono tutti giovani che si sono ritrovati per vedere insieme la partita non in un locale ai chiuso, ma in un chiosco con uno schermo all'aperto. E dal monitoraggio effettuato sul territorio emergono 16 casi confermati per un cluster in un altro locale a Ostia, una discoteca all'aperto sulla spiaggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Lazio, i contagi aumentano ancora. D'Amato: "Vaccinarsi prima di partire per le vacanze"

RomaToday è in caricamento